1 2 3 20 Previous Next

Sala Stampa

286 Posts

Micron e Intel presentano una nuova memoria flash NAND 3D

I miglioramenti tecnologici consentono una capacità tre volte superiore  rispetto ad altre tecnologie NAND 

 

 

PUNTI PRINCIPALI

• La tecnologia NAND 3D impiega celle floating gate e consente l’utilizzo di dispositivi flash con la maggiore densità mai sviluppata, con capacità tre volte superiore1 rispetto a qualsiasi altro die NAND in produzione.

• Rende possibili unità SSD delle dimensioni di una gomma da masticare con oltre 3,5 terabyte (TB) di storage e unità SSD standard da 2,5 pollici con capacità superiori a 10 TB

• Le innovative tecniche dell'architettura di processo estendono la Legge di Moore allo storage flash, consentendo miglioramenti significativi a livello di densità e riducendo al contempo il costo della memoria flash NAND.

 

BOISE, Idaho e SANTA CLARA, California, 26 marzo 2015 – Micron Technology, Inc. (Nasdaq: MU) e Intel Corporation hanno annunciato la disponibilità della tecnologia NAND 3D, la memoria flash dalla densità più elevata finora disponibile sul mercato. Questa tipologia di memoria è quella tipicamente utilizzata all'interno dei notebook leggeri, nei data center più veloci e in quasi tutti i cellulari, i tablet e i dispositivi portatili.

 

La nuova tecnologia NAND 3D, sviluppata in collaborazione da Intel e Micron, posiziona le celle di archiviazione dei dati in verticale, con la massima precisione, creando dispositivi di storage con capacità tre volte superiore1 rispetto alle tecnologie NAND concorrenti. In questo modo, si rende disponibile più storage in meno spazio per un'ampia gamma di dispositivi portatili consumer, oltre che per installazioni aziendali più complesse con un risparmio significativo sui costi, con consumi più bassi e prestazioni più elevate.

 

La memoria flash NAND planare si sta avvicinando ai limiti praticabili delle dimensioni, presentando sfide significative per il settore delle memorie. La tecnologia NAND 3D è destinata ad esercitare un impatto notevole, mantenendo le soluzioni di storage flash allineate alla Legge di Moore, ossia il percorso per continuare ad incrementare le prestazioni e il risparmio dei costi, favorendone un'ampia diffusione.

"La collaborazione tra Micron e Intel ha portato allo sviluppo di una tecnologia di storage allo stato solido all'avanguardia nel settore, che offre livelli di densità, prestazioni ed efficienza senza paragoni rispetto a qualsiasi altra tecnologia flash oggi disponibile", ha dichiarato Brian Shirley, Vice President of Memory Technology and Solutions di Micron Technology. "Questa tecnologia NAND 3D ha le potenzialità per segnare una svolta fondamentale nel mercato. La profondità dell'impatto che ha avuto finora la tecnologia flash, dagli smartphone ai supercomputer appositamente ottimizzati, ha solo scalfito la superficie delle attuali possibilità".

"Le iniziative di sviluppo di Intel in collaborazione con Micron riflettono il continuo impegno della nostra azienda ad offrire sul mercato tecnologie di memoria non volatile innovative", ha aggiunto Rob Crooke, Senior Vice President e General Manager del Non-Volatile Memory Solutions Group di Intel Corporation. "I miglioramenti significativi raggiunti a livello di densità e costi, resi possibili dall'innovazione della tecnologia NAND 3D, accelereranno l'adozione dello storage a stato solido nelle piattaforme di computing".

 

Architettura di processo innovativa

Uno degli aspetti più significativi di questa tecnologia è proprio la cella di memoria di base. Intel e Micron hanno scelto di utilizzare una cella floating gate, un design universalmente utilizzato e perfezionato dopo anni di produzione in grandi volumi di memoria flash planare. È la prima volta che viene utilizzata una cella floating gate nella NAND 3D, con una scelta di design cruciale per aumentare le prestazioni e incrementare qualità e affidabilità.

 

La nuova tecnologia NAND 3D posiziona le celle flash in 32 livelli verticali per ottenere un die MLC (Multi Level Cell) da 256 Gb e un die TLC (Triple Level Cell) da 384 Gb che rientrano in un package standard. Queste capacità rendono possibili unità SSD delle dimensioni di una gomma da masticare con oltre 3,5 TB di storage e unità SSD standard da 2,5 pollici superiori a 10 TB. Poiché la capacità si ottiene posizionando le celle in verticale, le dimensioni delle singole celle possono essere notevolmente più grandi. In questo modo si prevede di ottenere un aumento sia delle prestazioni che dell'efficienza, rendendo anche le architetture TLC adatte per lo storage dei data center.

 

Le principali caratteristiche di questa architettura NAND 3D sono:

 

  • Ampia capacità: tre volte superiore rispetto all'attuale tecnologia 3D1, fino a 48 GB di NAND per die, consentendo di inserire tre quarti di terabyte in un singolo package delle dimensioni di un polpastrello.
  • Costo per GB ridotto: la prima generazione di NAND 3D è progettata per offrire maggiori efficienze dei costi rispetto alla NAND planare.
  • Velocità: ampia larghezza di banda in lettura/scrittura, velocità di I/O e prestazioni in lettura casuale.
  • Ecosostenibilità: le nuove modalità sleep riducono l'alimentazione del die NAND inattivo (anche quando l'altro die nello stesso package è attivo), con una riduzione significativa del consumo energetico in modalità standby.
  • Innovazione: le nuove caratteristiche all'avanguardia migliorano la latenza e la resistenza rispetto alle precedenti generazioni, semplificando inoltre l'integrazione dei sistemi.

 

La versione MLC da 256 Gb della NAND 3D è già in fase di campionamento presso partner selezionati, mentre il campionamento della versione TLC da 384 Gb inizierà più avanti in primavera. La linea di produzione della fab è già nelle fasi iniziali ed entrambi i dispositivi entreranno in piena produzione entro il quarto trimestre di quest'anno. Le due aziende stanno anche sviluppando singole linee di soluzioni SSD basate su tecnologia NAND 3D, con la disponibilità dei prodotti prevista entro il prossimo anno.

 

 

Seguiteci online! 

 

Micron

Partecipate alle conversazioni di Micron sui social, in cui ci occupiamo di ogni aspetto dello storage e della memoria:

  • Blog sulle innovazioni: www.micronblogs.com
  • Twitter*: www.twitter.com/micronstorage
  • YouTube*: www.youtube.com/microntechnologn

 

Intel

Contribuite alle conversazioni sugli SSD tramite i canali social di Intel:

  • Blog della rete di contatti IT: communities.intel.com/community/itpeernetwork/blog
  • Facebook*: www.facebook.com/Intel
  • Twitter*: www.twitter.com/IntelSSD
  • YouTube*: www.youtube.com/user/channelintel

 

 

Micron Technology, Inc.

Micron Technology, Inc. è leader mondiale nei sistemi di semiconduttori avanzati. L'ampio portafoglio di tecnologie di memoria ad alte prestazioni di Micron - tra cui DRAM, flash NAND e NOR - è la base per unità a stato solido, moduli, package multichip e altre soluzioni di sistema. Sostenute da oltre 35 anni di leadership tecnologica, le soluzioni di memoria di Micron consentono le applicazioni più innovative del mondo in ambiti come computing, dispositivi consumer, storage aziendale, networking, mobilità, soluzioni embedded e settore automobilistico. Le azioni di Micron sono quotate al NASDAQ con il simbolo MU. Per maggiori informazioni su Micron Technology, Inc., visitate il sito www.micron.com

 

Intel

Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del computing, progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. In qualità di leader nell'ambito della responsabilità aziendale e della sostenibilità, Intel produce i primi microprocessori commercialmente disponibili al mondo che non impiegano minerali provenienti da zone di conflitto. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web newsroom.intel.com/community/it_it e blogs.intel.com; per informazioni sulle iniziative di Intel in merito all'utilizzo di materie prime non legate a conflitti consultate la pagina conflictfree.intel.com.

TAG Heuer, Google e Intel annunciano una collaborazione per uno smartwatch svizzero

 

Baselworld (Svizzera), 19 marzo 2015 TAG Heuer, Google e Intel hanno annunciato una collaborazione volta a lanciare uno smartwatch svizzero basato su tecnologia Intel ed Android Wear. Questo accordo sancisce una nuova era di alleanze tra i produttori svizzeri di orologi e la Silicon Valley, combinando le rispettive specifiche competenze in orologeria di lusso, software e hardware.


La collaborazione è stata annunciata ufficialmente a Baselworld, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta il 19 marzo presso lo stand TAG Heuer e che ha visto protagonisti Jean-Claude Biver, President della Watch Division di LVMH Group e CEO di TAG Heuer, David Singleton, Director of Engineering per Android Wear e Michael Bell, Corporate Vice President e General Manager del New Devices Group di Intel.

 

Insieme queste tre aziende creeranno un prodotto di lusso,costantemente connesso alla vita quotidiana di chi lo indosserà e che rappresenterà l'apice dell'innovazione, della creatività e del design della Silicon Valley in California e della Watch Valley di La Chaux-de-Fonds in Svizzera.

 

"La collaborazione tra l'industria orologiera svizzera e la Silicon Valley combina l'innovazione tecnologica con l'affidabilità dell'orologeria. La nostra collaborazione offre un ricco ventaglio di sinergie, costituendo una partnership vincente per entrambi i settori. Il potenziale per le nostre tre aziende è enorme", ha dichiarato Jean-Claude Biver.


Guy Sémon, General Manager di TAG Heuer, ha aggiunto: "La qualità degli orologi svizzeri è rinomata in tutto il mondo. Grazie a questa qualità, combinata con la tecnologia più creativa e la potenza a livello globale di due aziende come Intel e Google ed infine per merito dell’ utilizzo della piattaforma Android Wear e della tecnologia Intel, stiamo assistendo al lancio di una vera  rivoluzione tecnologica nel nostro settore. Sono orgoglioso di essere  pioniere con TAG Heuer di questa nuova era".


David Singleton ha osservato: “Fondendo bellezza e tecnologia, gli orologi svizzeri hanno ispirato generazione di artisti e di ingegneri, inclusi noi di Google. Ecco perché siamo entusiasti di lavorare con TAG Heuer e Intel per portare sul mercato del lusso un mix esclusivo di emozioni e innovazione. Insieme, e utilizzando la piattaforma Android Wear, possiamo immaginare un orologio straordinario, migliore e più intelligente”.


“Confermando il proprio impegno  nel rendere possibili esperienze tecnologiche che forniscano maggiore utilità e valore alle persone, Intel confida che un approccio collettivo possa ispirare continue innovazioni nel settore della tecnologia indossabile. La collaborazione con TAG Heuer e Google ci avvicina alla realizzazione della nostra visione di questa stessa tecnologia , con uno smartwatch che avrà caratteristiche distintive destinate ad innalzare il livello della categoria”, ha commentato Michael Bell.

Intel racchiude la potenza e l'intelligenza del processore Xeon® in un System-on-Chip destinato alle nuove e crescenti opportunità di rete

Il primo prodotto della famiglia Intel Xeon a 14 nm offre funzionalità di classe server in un System-on-Chip a basso consumo per ambienti ad alta densità, ottimizzato per provider di servizi cloud, operatori di telecomunicazioni e fornitori di hosting Web

 

Assago (Milano), 9 marzo 2015 – Intel Corporation oggi ha annunciato la famiglia di processori Intel® Xeon® D, il primo System-on-Chip (SoC) basato su processore Intel Xeon. Realizzata con la tecnologia di processo a 14 nm di Intel, leader del settore, la nuova famiglia di processori combina le prestazioni e l'intelligenza avanzata dei processori Intel Xeon con le dimensioni e i risparmi energetici di un SoC.

            La rapida proliferazione di dispositivi connessi sta favorendo la crescita esponenziale del traffico dati, incrementando le richieste a livello di data center e infrastruttura di rete per i provider di servizi cloud e di telecomunicazioni. Tutti questi clienti che desiderano scalare in maniera efficiente la loro infrastruttura di rete e offrire rapidamente nuovi servizi in grado di generare introiti, stanno passando all'architettura standard di Intel per fornire sia le soluzioni tecnologiche che l'omogeneità richieste da data center e reti.

            La famiglia di processori Intel Xeon D offre nuove opzioni per risolvere la crescente esigenza di soluzioni di infrastruttura a basso consumo e ad alta densità, estendendo la tecnologia Intel dai margini dei data center alla rete. Ciò offre ai clienti un’intelligenza ottimizzata e maggiore flessibilità per offrire rapidamente nuovi servizi con costi complessivi di gestione (TCO) inferiori. Inoltre, con caratteristiche RAS (Reliability, Availability e Serviceability - affidabilità, disponibilità e facilità di manutenzione) di classe server ora disponibili in un dispositivo a basso consumo per ambienti ad elevata densità, i fornitori di servizi di telecomunicazioni saranno in grado di fornire reti edge intelligenti.

            "La crescita di dispositivi connessi e la domanda di più servizi digitali ha creato nuove opportunità per il settore dell'Information and Communication Technology", ha dichiarato Diane Bryant, Senior Vice President e General Manager del Data Center Group di Intel. "Portando le prestazioni del processore Intel Xeon a quelle di un SoC a basso consumo, offriamo il meglio dei due mondi e consentiamo ai nostri clienti di fornire nuovi servizi".

 

Informazioni principali

 

  • La famiglia di processori Intel Xeon D è il primo SoC Intel Xeon e rappresenta la terza generazione di SoC a 64 bit di Intel per microserver, storage, reti e Internet delle cose. 
  • I prodotti offrono prestazioni fino a 3,4 volte più veloci per nodo1 e prestazioni per watt fino a 1,7 volte migliori2 rispetto al processore Intel® Atom C2750, parte della seconda generazione della famiglia di prodotti SoC a 64 bit di Intel.
  • Intel lancia oggi SoC a 4 e 8 core ottimizzati per microserver, con la disponibilità di un'offerta più completa di SoC per reti, storage e IoT prevista per la seconda metà di quest'anno.
  • I prodotti iniziali sono ottimizzati per fornitori di soluzioni di hosting e per provider di servizi cloud per una varietà di carichi di lavoro, come hosting Web dedicato, caching di memoria, Web serving dinamico e warm storage. I futuri prodotti ottimizzati per storage e reti saranno destinati ad impieghi come ad esempio appliance SAN e NAS entry level, router edge e stazioni base wireless, nonché dispositivi IoT industriali.
  • Attualmente più di 50 sistemi sono in fase di progettazione. Circa il 75% è costituito da design per reti, storage e IoT. I fornitori di sistema che stanno progettando attualmente microserver basati sulla famiglia di processori Intel Xeon D includono: Cisco*, HP*, NEC*, Quanta Cloud Technology*, Sugon* e Supermicro*.
  • Combina core x86 standard di settore, la microarchitettura di processori per data center più ampiamente installata del settore, con due porte Intel® Ethernet 10GbE integrate e I/O integrato (PCIe, USB, SATA e altre porte di I/O generiche) in un unico package. Opera ad un Thermal Design Point di circa 20 watt e supporta fino a 128 GB di memoria indirizzabile.
  • Offre caratteristiche RAS (Reliability, Availability e Serviceability - affidabilità, disponibilità e facilità di manutenzione) avanzate di classe server, incluso il supporto per memoria Error Correcting Code, combinato con tecnologia Intel® Virtualization ottimizzata basata su hardware e Intel® Advanced Encryption Standard-New Instructions (AES-NI).

 

"In qualità del più grande provider di hosting Web in Europa, l'innovazione tecnologica è essenziale per il successo della nostra azienda", ha commentato Robert Hoffmann, CEO di 1&1 Internet AG. "Come parte della nostra collaborazione tecnologica con Intel, stiamo valutando le nuove piattaforme server basate su processore Intel Xeon D per offrire una combinazione unica di prestazioni ed efficienza ottenuta da questa prima soluzione SoC Intel Xeon."

 

Risorse di supporto

 

Prezzi3 e disponibilità

  • Processore Intel Xeon D-1520 (4 core)                                $199,00
  • Processore Intel Xeon D-1540 (8 core)                                $581,00

 

            I prodotti sono disponibili da oggi. La famiglia di processori Intel Xeon D, che include SoC ottimizzati per microserver, reti, storage e IoT, sarà disponibile nella seconda metà dell'anno.

CHALLENGE UP! - Cisco, Deutsche Telekom e Intel annunciano un programma congiunto rivolto alle Startup

 

BARCELLONA– 3 marzo 2015Oggi al Mobile World Congress, Intel, Deutsche Telekom e Cisco hanno annunciato Challenge Up!, un programma di accelerazione congiunto per l'Internet delle cose (IoT) destinato a startup di Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA). Il programma intende aiutare startup innovative operanti nell’IoT ad entrare sul mercato più velocemente tramite progetti congiunti, mentoring, networking efficace e risorse aziendali. Aziende selezionate potrebbero inoltre ricevere investimenti strategici e supporto per la commercializzazione dei loro prodotti o servizi nei mercati globali.


Il programma combina le risorse e le esperienze derivanti dalle iniziative in ambito startup delle singole aziende, tra cui Cisco® Entrepreneurs in Residence (Cisco EIR), Intel® Business Challenge Europe e hub:raum powered by Deutsche Telekom. Le startup interessate possono sottoporre la loro candidatura all'indirizzo www.challengeup.eu. Il periodo di presentazione delle domande scade il 25 maggio.

"Con Challenge Up! vogliamo dare un segnale forte al mondo delle startup, combinando le risorse e il know-how di tre multinazionali. Sfrutteremo la nostra esperienza a vantaggio del programma Challenge Up! e per supportare la comunità delle startup", ha dichiarato Elias Drakopoulos, Senior Vice President responsabile di Europe B2B in Deutsche Telekom.


Challenge Up! è stato creato per startup in fase iniziale che creano soluzioni per l'Internet of Things/Everything (IoT/IoE) e per le aree correlate, comprese soluzioni connesse e intelligenti (abitazioni intelligenti, città intelligenti, energia intelligente, automobili connesse, indossabili, industria 4.0), sicurezza delle informazioni, big data, analitycs, connettività e cloud computing.

Gli elementi chiave del programma sono l'Acceleration Week (che si svolgerà dal 22 al 26 giugno 2015) che sarà sponsorizzato da Cisco EIR, Intel® Business Challenge Europe e hub:raum, e un programma di incubazione della durata di 4 mesi (da luglio ad ottobre) che verrà organizzato a Cracovia, Berlino e Vienna supportato da Cisco, Deutsche Telekom e Intel. Le startup selezionate per il programma parteciperanno gratuitamente e manterranno il possesso della proprietà intellettuale.


"Siamo alla ricerca di idee creative per nuovi prodotti e servizi provenienti da tutta l'area geografica interessata, per migliorare il nostro modo di vivere e lavorare insieme. Offrendo alle startup l'accesso alle risorse delle nostre tre aziende possiamo aiutarle ad accelerare la trasformazione delle loro idee in successi commerciali", ha commentato Christian Morales, Corporate Vice President e General Manager Europe, Middle East and Africa di Intel.

"Con la previsione di 50 miliardi di oggetti connessi a Internet entro il 2020, l'Internet of Everything ci apre straordinarie opportunità. Per aiutare ad affrontare meglio queste opportunità, Challenge Up! raggruppa il meglio del mondo tecnologico in un ecosistema di innovazione aperta", ha osservato Mike Flannagan, Vice President, Data and Analytics Business Group di Cisco.

Intel introduce nuovi SoC mobile e una nuova soluzione LTE

Annuncia collaborazioni con Ericsson*, Samsung* e altri per

un'ampia iniziativa che abbraccia silicio, dispositivi, sicurezza e soluzioni di rete

 

PUNTI PRINCIPALI

  • Intel introduce il processore Intel® Atom™ serie x3, precedentemente noto con il nome in codice “SoFIA”, per smartphone, phablet e tablet a basso costo; 20 clienti si sono già impegnati ad offrire design basati su questo processore.
  • Intel introduce i processori Intel® Atom™ serie x5 e x7, precedentemente noti con il nome in codice “Cherry Trail”, per tablet mainstream e premium e dispositivi 2 in 1 con schermi di piccole dimensioni.
  • La società introduce la soluzione LTE Advanced Intel® XMM™ 7360 a cinque modalità, con supporto fino a Categoria 10 e velocità di download fino a 450 Mbps.
  • Brightstar Corp.*, Deutsche Telekom*, LG Electronics*, Prestigio* e Samsung* hanno scelto le tecnologie Intel Security per contribuire a proteggere i propri dispositivi.
  • L'azienda annuncia collaborazioni con Alcatel-Lucent*, Ericsson* e Huawei* per soddisfare la domanda di nuovi servizi, migliorare le efficienze di rete e accelerare la transizione all'infrastruttura definita tramite software che impiega l’architettura Intel®.

 

MOBILE WORLD CONGRESS, Barcellona, 2 marzo 2015 – Il CEO di Intel Corporation Brian Krzanich ha oggi annunciato una serie di novità che comprendono piattaforme mobile, incluso il nuovo System-on-Chip (SoC) Intel a basso costo per smartphone, phablet e tablet, una soluzione LTE globale, esperienze innovative di personal computing e la disponibilità da parte di numerosi clienti che immetteranno sul mercato dispositivi portatili e infrastruttura di rete basati su tecnologia Intel. Krzanich ha dichiarato che, grazie a tecnologie che spaziano dal silicio al software e sicurezza, Intel è una delle poche aziende in grado di fornire soluzioni end-to-end per dispositivi, rete e cloud.

            Gli annunci odierni includono il processore Intel® Atom™ serie x3, la prima soluzione SoC Intel integrata - a costi contenuti ed entry-level - per le comunicazioni destinata ai crescenti mercati dei dispositivi e la soluzione LTE Advanced Intel® XMM™ 7360 a cinque modalità, progettata per offrire prestazioni e copertura globale. Krzanich ha messo in evidenza le collaborazioni con Alcatel-Lucent*, Ericsson* e Huawei* atte a soddisfare la domanda di nuovi servizi per le telecomunicazioni, il cloud e i data center, a migliorare le efficienze di rete e accelerare la transizione del settore a un'infrastruttura definita tramite il software. Ha inoltre ribadito che gli utenti di Samsung Galaxy S6* e S6 Edge* potranno contare sull'integrazione della più recente soluzione anti-malware McAfee, la tecnologia VirusScan Mobile™, integrata e attivata nei loro dispositivi.

"L'evoluzione del panorama mobile e la crescita di dispositivi intelligenti e connessi ha portato a un incremento della domanda per una maggiore connettività e dati in tempo reale e protetti su questi dispositivi", ha osservato Krzanich. "Tutti questi fattori stanno portando a una trasformazione della rete per accelerare la disponibilità di nuove esperienze di personal computing, nuovi servizi e funzionalità, il tutto in maniera protetta e sicura. Intel è una delle poche aziende al mondo in grado di offrire soluzioni end-to-end per tutte le accezioni della mobility".

Prodotti per le comunicazioni mobile

Intel ha introdotto il processore Intel Atom serie x3 (precedentemente noto con il nome in codice “SoFIA”), la prima piattaforma integrata - entry-level e a costi contenuti - per le comunicazioni di Intel per tablet, phablet e smartphone. La combinazione dei processori Intel Atom multi-core a 64 bit con la connettività 3G o 4G LTE, fa sì che il SoC integrato per le comunicazioni associ il processore per le applicazioni, il processore per i sensori di immagini, grafica, audio, connettività e i componenti di gestione dell'energia in un unico chipset di sistema. Questa integrazione consente ai produttori di dispositivi di offrire tablet, phablet e smartphone dotati di tutte le funzionalità a fasce di prezzo accessibili per i crescenti segmenti di mercato entry-level e a costi contenuti.

Intel offre ai clienti, compreso l'ecosistema tecnologico cinese, i vantaggi dell'architettura Intel integrata e delle comunicazioni wireless con maggiore rapidità. 20 aziende, tra cui ASUS* e Jolla*, offriranno design basati su Intel Atom x3.

A completamento della propria offerta mobile, che spazia dai segmenti entry-level a quello a elevate prestazioni, Intel ha introdotto il primo SoC Intel® Atom™ a 14 nm, i processori della famiglia Intel Atom x5 e x7 (precedentemente noti con nome in codice “Cherry Trail”) per la prossima generazione di tablet e dispositivi 2 in 1 con piccoli schermi. Offrendo supporto 64 bit per Windows* e Android*, grafica Intel di ottava generazione e un'opzione di abbinamento con connettività LTE Advanced di nuova generazione, questi processori potenzieranno una gamma di dispositivi dalla fascia mainstream a quella premium. Essi sono inoltre “privi di minerali provenienti da zone di conflitto1,” il che significa che non contengono minerali (stagno, tantalio, tungsteno e/o oro) che finanziano involontariamente violazioni dei diritti umani nella Repubblica Democratica del Congo.

Numerosi clienti, tra cui Acer*, ASUS, Dell*, HP*, Lenovo* e Toshiba*, hanno confermato la propria disponibilità a offrire dispositivi basati su questa piattaforma. I primi prodotti sul mercato sono previsti previsti nella prima metà dell'anno.

Intel ha inoltre annunciato il proprio modem LTE Advanced di terza generazione, di Categoria 10 e a cinque modalità. Intel XMM 7360 supporta l’aggregazione di fino a 3 carrier e velocità di download fino a 450 Mbps. Le sue dimensioni compatte e l’efficienza energetica consentono al modem Intel XMM 7360 di poter essere impiegato in una vasta gamma di formati, da smartphone e phablet a tablet e PC. Espande inoltre l'offerta Intel di soluzioni LTE, offrendo così ai produttori un'opzione competitiva per progettare e introdurre velocemente dispositivi LTE in vari segmenti di mercato e aree geografiche. Al Mobile World Congress, Intel ha dimostrato un sistema concettuale pre-5G che combina LTE con 802.11ad per offrire velocità di oltre 1 Gbps impiegando tecnologia Intel end-to-end.

Offrire nuove esperienze in dispositivi più intelligenti e più sicuri

Grazie a prodotti hardware e software – tra cui la tecnologia Intel® RealSense™ per il rilevamento della profondità, la ricarica wireless e la tecnologia True Key™ di Intel Security – Intel continua a rendere disponibili nuove esperienze che offrono agli utenti un modo più naturale, intuitivo e “coinvolgente” per interagire con la tecnologia. Sulla scia del successo ottenuto dal tablet più sottile al mondo, il Dell Venue* 8, Krzanich ha mostrato un'anteprima del suo successore Dell Venue* 10, dotato di una tastiera staccabile e di tecnologia Intel RealSense Snapshot. Destinato agli utenti sia consumer che business, questo tablet sarà disponibile a breve.

Krzanich ha reso noto che Intel Secuirty, oltre a collaborare con Samsung per contribuire a proteggere i dispositivi Galaxy S6 e S6 Edge, sta lavorando anche con LG Electronics per proteggere i dati personali degli utenti. LG Electronics renderà disponibile McAfee Mobile Security di Intel Security nell'LG Watch Urbane LTE*, fornendo funzionalità antifurto che consentono agli utenti di bloccare, localizzare ed eliminare i dati dai loro dispositivi, se necessario. Gli utenti dei dispositivi LG Android sono già protetti attualmente con McAfee Mobile Security.

Krzanich ha reso noto nuovi clienti, come Brightstar Corp., Deutsche Telekom e Prestigio, per la tecnologia True Key di Intel un'applicazione multipiattaforma che risolve i fastidi delle password utilizzando elementi di riconoscimento caratteristici della persona, come l'identificazione del volto e le impronte digitali. In questo modo l’accesso ai propri dispositivi avviene in maniera più semplice e sicura. Deutsche Telekom pre-installerà True Key per i suoi clienti in Europa. Prestigio sarà uno dei primi produttori di dispositivi portatili a introdurre l'applicazione True Key in Russia e in tutta Europa, rendendola disponibile in tutti i suoi tablet e smartphone Android entro la fine dell'anno.

 

Trasformazione della rete: nuovi servizi, maggiore connettività e dati più veloci

Krzanich ha illustrato la collaborazione di Intel con i leader del settore per trasformare l'infrastruttura di rete tramite hardware e software standardizzati e contribuendo ad accelerare la transizione del settore a un'infrastruttura definita tramite software, agile e flessibile. Ciò consente sia agli operatori delle telecomunicazioni che ai provider di servizi cloud di migliorare le efficienze di rete e accelerare la fornitura di nuovi servizi e funzionalità per consumatori e aziende.

Alcatel-Lucent ha introdotto la soluzione Virtual Radio Access Network (vRAN), che comprende un'unità in banda base che impiega server per utilizzi generici basati su processori Intel® Xeon® consentendo risparmi di costi e maggiori prestazioni di rete. vRAN sarà offerta in prova ai clienti quest'anno e diventerà commercialmente disponibile nel 2016.

Ericsson ha annunciato una nuova generazione di piattaforme data center per Ericsson Cloud System, che permettono agli operatori di telecomunicazioni e ai provider di servizi cloud di ridurre i loro costi complessivi di gestione (TCO) e ottenere maggiore flessibilità ed efficienza nei data center. L'azienda impiega l'architettura Intel® Rack Scale, unitamente a software di gestione e orchestrazione, per ottimizzare e scalare le risorse tra domini cloud privati, pubblici, aziendali e dei fornitori di telecomunicazioni, ottenendo una maggiore flessibilità dei servizi. Ericsson ha inoltre annunciato che sta collaborando con Intel Security alla sicurezza mobile per reti 4G.

Huawei e Intel stanno collaborando per offrire solide soluzioni cloud che consentiranno ai provider di servizi di telecomunicazioni di trasformare i loro data center. Le due aziende svilupperanno la prossima generazione di Huawei FusionSphere* basata su architettura Intel e utilizzeranno Data Plane Development Kit e Open vSwitch per incrementare le prestazioni di virtualizzazione di rete di FusionSphere. Queste soluzioni intendono ottimizzare le prestazioni in modo scalabile e sicuro per ridurre il TCO per i carichi di lavoro cloud.

Per ulteriori dettagli sulla presenza di Intel al Mobile World Congress 2015 e per guardare un replay della conferenza stampa Intel, visitate la Sala Stampa Intel.

 

 

Informazioni su Intel

Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del computing, progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. In qualità di leader nell'ambito della responsabilità aziendale e della sostenibilità, Intel produce i primi microprocessori commercialmente disponibili al mondo che non impiegano minerali provenienti da zone di conflitto. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web newsroom.intel.com/community/it_it e blogs.intel.com; per informazioni sulle iniziative di Intel in merito all'utilizzo di materie prime non legate a conflitti consultate la pagina conflictfree.intel.com.

Soddisfate le esigenze di mobilità dei vostri utenti e i requisiti di sicurezza della vostra azienda

Grazie a un design senza compromessi ogni utente o organizzazione può trovare il PC più adeguato per le proprie esigenze. Dispositivi tablet, convertibili, staccabili, Ultrabook™, 2 in 1, notebook ultrasottili detti “clamshell” e PC desktop di dimensioni ridotte, tutti basati su processori Intel® Core™ vPro™ di quinta generazione a 14 nm ad elevate prestazioni, dotati di sicurezza e gestibilità integrate ed innovazioni wireless per contribuire a trasformare il luogo di lavoro.1


Dite basta alla ricerca continua di dongle ed adattatori: iniziate a condividere immediatamente i vostri contenuti grazie a Wireless Display. Intel® Pro Wireless Display fa sì che ogni presentazione e sala riunioni possa diventare una zona priva di cavi.2

Sarete pronti e connessi nel momento stesso in cui vi sedete alla vostra scrivania, per una produttività ininterrotta. Il docking Intel® Wireless Gigabit3 offre prestazioni simili a quelle delle soluzioni cablate per schermo, tastiera/mouse e accessori USB, con un'esperienza di docking wireless senza compromessi.

Proteggete le informazioni aziendali sensibili, ovunque vengano trasferite. Con le soluzioni di storage basate su unità SSD Intel® serie Pro 25004, tutti i vostri dati sono protetti tramite funzionalità di crittografia automatica integrate. Con trasferimenti di dati e prestazioni ultra veloci, gli utenti potranno spostarsi ovunque senza compromettere la produttività. Grazie al supporto per OPAL 2.0, il vostro investimento nello storage sarà predisposto per nuove funzionalità di protezione dei dati, ad esempio “secure managed containers” e “digital fencing”.


La gestione dei dispositivi è sempre disponibile, indipendentemente dal tipo di connettività (cablata o wireless) e dalla posizione (alla scrivania o in viaggio). Con la tecnologia Intel® Active Management, il reparto IT ha a disposizione un potente insieme di funzionalità per individuare, configurare e mantenere proattivamente l'integrità dei dispositivi basati su processori Intel® Core™ vPro™ di quinta generazione. Indipendentemente dallo stato di alimentazione o del sistema operativo, i responsabili IT possono sempre rintracciare i dispositivi e mantenerli operativi, assicurando la produttività continua dei dipendenti.5


La protezione basata su hardware si combina con nomi utente e password. L'accesso alle informazioni più sensibili deve essere protetto con tutte le misure necessarie. La tecnologia Intel® Identity Protection aggiunge una protezione rafforzata tramite hardware ad un approccio multi-livello alla sicurezza.6 Offrendo un metodo per potenziare le soluzioni esistenti e un'architettura per le future innovazioni, questo potente vantaggio hardware può rafforzare la vostra esperienza di autenticazione, eliminando al contempo la necessità di richiedere molteplici password complesse.

 

I processori Intel® Core™ vPro™ di quinta generazione intendono trasformare l'attuale ambiente di lavoro

Liberi dai cavi per un miglior modo di lavorare

 

PUNTI PRINCIPALI

  • Intel abilita la libertà dai cavi grazie a Intel® Pro Wireless Display e a funzionalità opzionali di docking wireless Intel®.
  • I dispositivi basati su processori Intel® Core™ vPro™di quinta generazione offrono caratteristiche esclusive di sicurezza e gestibilità integrate, che contribuiscono a proteggere i dati e rendono possibile l'accesso IT da remoto.
  • I nuovi dispositivi cosiddetti ‘clamshell’ e Ultrabook™ 2 in 1, progettati e costruiti per le aziende, offrono prestazioni e durata della batteria migliorate e vantaggi prestazionali.

 

MILANO, 29 gennaio 2015 – Intel Corporation annuncia la disponibilità della famiglia di processori Intel® Core™ vPro™ di quinta generazione, che offre caratteristiche all'avanguardia per rendere possibile un nuovo ambiente di lavoro, ultimamente in rapido cambiamento. Per soddisfare le esigenze di una forza lavoro sempre più in movimento e dinamica, la più recente iterazione dei processori Intel Core vPro offre innovazioni wireless, sicurezza integrata, prestazioni più veloci e gestibilità migliorata, consentendo a lavoratori e aziende di migliorare la loro produttività e restare competitivi.

Per rendere possibile questo nuovo modo di lavorare e fornire una migliore esperienza a utenti e aziende, i nuovi processori Intel Core vPro di quinta generazione si focalizzano su tre aree specifiche: innovazione del design dei PC, wireless display e docking wireless.

Le aziende possono scegliere tra una varietà di design di PC mai visti fino ad ora, che si tratti di dispositivi 2 in 1, Ultrabook, notebook ultra sottili detti “clamshell”, e mini PC, che offrono fino al doppio di durata della batteria1 e più del doppio delle prestazioni1, abilitando design fino a 3 volte più sottili2 e più leggeri del 50%2 rispetto a un notebook di solo 4 anni fa.

Intel® Pro Wireless Display (Intel® Pro WiDi) rende ogni presentazione e sala conferenza un'area libera dai cavi. Accanto a una maggiore usabilità e flessibilità nei controlli – della privacy e del presentatore – la soluzione supporta anche i requisiti IT strategici, quali la gestione del canale wireless per ridurre il rischio della congestione di rete e le vulnerabilità di sicurezza, nonché la capacità di aggiornare e gestire le schede di rete da remoto.3

Il docking wireless Intel® consente agli utenti di essere connessi e pronti a lavorare dal momento stesso in cui si avvicinano alla loro scrivania. Questa tecnologia, priva di cavi, sicura e gestibile, basata su tecnologia Intel Wireless Gigabit permette ai sistemi di collegarsi automaticamente a monitor, tastiere, mouse e accessori USB ed elimina la necessità di tradizionali docking station meccaniche.3 

"Il nostro obbiettivo è permettere a tutti gli utenti di lavorare meglio, fronteggiando le crescenti sfide aziendali di oggi", ha dichiarato Tom Garrison, Vice President e General Manager delle Business Client Platforms di Intel. "Con i nuovi dispositivi basati su processori Intel Core vPro di quinta generazione intendiamo trasformare l'esperienza degli utenti aiutandoli a operare praticamente da ogni luogo, senza il disordine e l'ingombro dei cavi".

Dodici tra i principali produttori di PC hanno già reso disponibili una serie di nuovi dispositivi 2 in 1, Ultrabook, notebook ultra sottili detti “clamshell” e mini PC basati su processori Intel Core vPro di quinta generazione, mentre altri modelli verranno annunciati nelle prossime settimane.

"Gli avanzamenti tecnologici più importanti vengono spesso scoperti durante l'evoluzione delle pratiche aziendali e queste intersezioni di fattori evolutivi contribuiscono a definire l'obiettivo e il ritmo di questi cambiamenti ", ha osservato Genevieve Bell, Corporate Vice President, Director della User Experience Research degli Intel Labs e Intel Fellow. "La tecnologia esercita un impatto diretto sul modo in cui le persone interagiscono con i loro dispositivi a ogni livello".

Oltre all'innovazione dei dispositivi e ai miglioramenti della produttività dei luoghi di lavoro, i processori Intel Core vPro di quinta generazione offrono sicurezza ottimizzata tramite hardware e nuove funzioni di gestibilità. L’abbinamento agli Solid State Drive Intel® serie Pro 2500 permette ai reparti IT di implementare funzionalità di crittografia dei dati integrate, e agli utenti di trarre vantaggio da una protezione così intelligente da non rendersi conto della differenza. Intel® Identity Protection contribuisce a semplificare l'autenticazione e ad assicurare che le persone designate abbiano accesso alle informazioni appropriate nel momento giusto.3

Man mano che l'ambiente di lavoro diventa sempre più mobile, è ancora più essenziale per i reparti IT essere in grado di mantenere efficienti e protetti i dispositivi senza impattare la produttività degli utenti. La gestione remota su reti cablate e wireless per ogni tipo di dispositivi è resa possibile dalla tecnologia Intel® Active Management, anche se il sistema operativo non risponde o il dispositivo è spento.3

La famiglia di processori Intel Core vPro di quinta generazione rende possibili trasformazioni del luogo di lavoro, tali da comportare centinaia di miliardi di dollari di ottimizzazioni produttive per le aziende di ogni dimensione. Eliminando i cavi, fornendo prestazioni e durata della batteria eccezionali e offrendo la possibilità di scegliere fattori di forma ottimizzati tra tutti gli innovativi design disponibili per soddisfare le esigenze di ciascun dipendente, Intel mette a disposizione una piattaforma aziendale destinata a cambiare il nostro modo di lavorare.

 

Informazioni su Intel

Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del computing, progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. In qualità di leader nell'ambito della responsabilità aziendale e della sostenibilità, Intel produce i primi microprocessori commercialmente disponibili al mondo che non impiegano minerali provenienti da zone di conflitto. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web newsroom.intel.com/community/it_it e blogs.intel.com; per informazioni sulle iniziative di Intel in merito all'utilizzo di materie prime non legate a conflitti consultate la pagina conflictfree.intel.com.

Il CEO di Intel illustra il futuro del computing

Intel annuncia una collaborazione nel settore dei dispositivi indossabili con Oakley* e Intel® Curie™, un minuscolo prodotto dalle dimensioni di un bottone per la produzione di soluzioni indossabili

 

Intel prevede di investire 300 milioni di dollari per favorire una maggiore diversità all’interno dell’azienda e nell’intero settore tecnologico e annuncia un obiettivo di assunzioni e di mantenimento del personale attuale

 

 

INTERNATIONAL CONSUMER ELECTRONICS SHOW, Las Vegas, 6 gennaio 2015 – Intel Corporation ha oggi annunciato una serie di innovazioni e iniziative tecnologiche destinate ad accelerare l'ingresso del computing nella prossima dimensione. Gli annunci includono il modulo Intel® Curie™, un prodotto hardware dalle dimensioni di un bottone per soluzioni indossabili, nuove applicazioni per videocamere Intel® RealSense™ - che spaziano da robot a droni volanti multirotore ed esperienze 3D immersive - e una nuova iniziativa di ampia portata denominata Diversity in Technology, che comprende un investimento di 300 milioni di dollari per favorire una maggiore diversità in Intel e nel settore tecnologico in generale.

“L'ascesa di nuove esperienze di personal computing, di dispositivi intelligenti e connessi e la rivoluzione degli indossabili stanno ridefinendo la relazione tra i consumatori e la tecnologia”, ha dichiarato Brian Krzanich, CEO di Intel. “L'obiettivo che ci prefissiamo con la tecnologia Intel è di contribuire a risolvere problemi reali e rendere possibili esperienze veramente desiderate dalle persone e dalle aziende. A tal fine, dobbiamo anche fare di più per favorire la crescita della diversità e dell'inclusione nell'ambito del settore della tecnologia. Le donne e altre minoranze sottorappresentate continueranno ad esercitare un ruolo sempre maggiore in qualità di consumatori, influencer, creatori e leader”.  

Krzanich ha effettuato questi annunci durante il suo intervento all'edizione 2015 dell'International Consumer Electronics Show. Ha anche reso nota una collaborazione a livello di dispositivi indossabili con Oakley*, marchio leader nel design di prodotti e occhiali sportivi, una collaborazione in ambito 3D con HP* e ha presentato True Key™, una nuova applicazione multipiattaforma di Intel Security che impiega elementi personali come il viso, un dispositivo o impronte digitali per rendere l'accesso ai dispositivi più semplice e sicuro.

 

La rivoluzione degli indossabili

La crescita della tecnologia indossabile sta creando un nuovo terreno fertile per l'innovazione. Krzanich ha svelato i progetti per il modulo Intel Curie1, un prodotto hardware di dimensioni ridotte basato sul primo System-on-Chip (SoC) dell'azienda appositamente realizzato per i dispositivi indossabili. La disponibilità del prodotto, che includerà un SoC Intel® Quark™ SE, una radio Bluetooth a basso consumo, sensori e ricarica della batteria, è prevista per la seconda metà dell'anno.

Intel si è impegnata attivamente nel segmento della tecnologia indossabile e, fin da quando Krzanich ha reso noti diversi progetti in occasione del CES dell'anno scorso, l'azienda ha annunciato numerosi prodotti e iniziative in collaborazione con diversi marchi della moda, del fitness e del lifestyle. Tali iniziative comprendono Basis Peak*, Fossil Group*, Luxottica Group*, MICA e Opening Ceremony*, SMS Audio* e il concorso Intel “Make it Wearable”.

Continuando in questa direzione, Intel e Oakley hanno annunciato  una collaborazione strategica nel campo degli indossabili. Oakley è il primo marchio di Luxottica Group con cui Intel collabora per integrare tecnologia intelligente in occhiali di lusso e sportivi di alta qualità. In occasione del suo intervento, Krzanich è stato raggiunto sul palco da Colin Baden, CEO di Oakley, che ha dichiarato che le due aziende stanno collaborando su un prodotto intelligente, che sarà disponibile più avanti nel corso dell'anno, studiato per migliorare le prestazioni degli atleti.

Krzanich ha anche parlato di Nixie*, il progetto vincitore del concorso “Make it Wearable” 2014, la prima fotocamera indossabile in grado di volare. Nixie si indossa al polso come un braccialetto, quindi si dispiega e prende il volo per scattare l'immagine perfetta dell'utente. Krzanich ha accolto sul palco i fondatori di Nixie, Christoph Kohstall e Jelena Jovanovic, per parlare del concorso “Make it Wearable” di Intel e ha sottolineato le opportunità che questo concorso offre ad innovatori e imprenditori. Krzanich e i fondatori hanno anche posato per la prima foto volante scattata con Nixie. Krzanich ha poi annunciato che anche quest'anno Intel sponsorizzerà il concorso “Make it Wearable”.

Accelerare la diversità nel campo tecnologico

Krzanich, ha inoltre annunciato l'iniziativa Diversity in Technology.

Per supportare questa iniziativa, Intel si è prefissata un nuovo e ambizioso obiettivo di assunzioni e mantenimento in servizio destinato a rispecchiare, laddove possibile, il volto dell'America nella sua forza lavoro, tramite il raggiungimento della piena rappresentanza delle donne e delle minoranze, entro il 2020. Questo significa che la forza lavoro di Intel rispecchierà maggiormente il talento disponibile negli Stati Uniti, compresa una rappresentanza bilanciata in posizioni dirigenziali di alto livello.

Intel prevede inoltre di investire 300 milioni di dollari per contribuire a sviluppare un bacino di ingegneri e informatici donne e di minoranze sottorappresentate e per finanziare programmi destinati a supportare un’immagine più positiva di queste categorie nei settori della tecnologia e dei videogame.

“Ci rivolgiamo ancora una volta al nostro settore per rendere possibile ciò che apparentemente sembrerebbe impossibile, impegnandoci ad ottenere un reale cambiamento, con grande trasparenza nei nostri obiettivi”, ha osservato Krzanich. “Senza una forza lavoro che rispecchi più da vicino la popolazione, rischiamo di perdere delle opportunità, tra cui quelle di comprendere e progettare prodotti per i nostri stessi clienti”.

Intel prevede di collaborare con diversi partner del settore per supportare, migliorare o creare nuovi programmi per questa iniziativa, tra cui International Game Developers Association*, E-Sports League*, National Center for Women in Technology*, CyberSmile Foundation*, Feminist Frequency* e Rainbow PUSH*. L'azienda intende inoltre consolidare il proprio impegno nei programmi di educazione primaria focalizzati su aree svantaggiate e ampliare le proprie collaborazioni con programmi di informatica e ingegneria in istituti di educazione superiore, compresi quelli che si rivolgono alle minoranze.

 

Computing senza limiti

Fino ad oggi, il computing era ampiamente definito dall'interazione umana con uno schermo, una tastiera e un mouse. Krzanich ha evidenziato diverse nuove tecnologie e applicazioni del mondo reale che consentiranno di portare il computer in un mondo in 3D e liberare l'esperienza utente dall'uso di cavi e password. 

Krzanich ha dimostrato una gamma di funzionalità che verranno introdotte nei prodotti entro la fine di quest'anno, tra cui True Key, un'applicazione multipiattaforma di Intel Security annunciata di recente e destinata a risolvere il ricorso alle password. L'applicazione True Key impiega elementi personali come il viso, un dispositivo o impronte digitali per rendere l'accesso ai dispositivi più semplice e sicuro. True Key è supportata su iOS*, Android*, Windows*, Mac* e su tutti i browser preferiti degli utenti. Sarà inoltre preinstallata in dispositivi di HP* e Lenovo* e farà parte di McAfee LiveSafe nei prossimi mesi. Visitate www.truekey.com per accedere al lancio limitato di True Key.

Krzanich ha anche evidenziato nuove collaborazione nell'ambito della ricarica wireless, tra cui quelle con Hilton*, Jaguar Land Rover*, San Francisco International Airport* e Marriott*. Questi partner stanno pianificando programmi pilota, sviluppo e implementazioni di sistemi di ricarica wireless. Marriott, ad esempio, prevede di fornire capacità di ricarica wireless tramite un programma pilota per tutto il portfolio di marchi Marriott, compresi JW Marriott*, Marriott, Renaissance*, Courtyard* e Residence Inn*.

Il CEO di Intel ha evidenziato che le videocamere Intel RealSense e nuove applicazioni immersive sono disponibili in un numero crescente di dispositivi 2 in 1, tablet, notebook e PC all-in-one, inclusi molti modelli basati su processori Intel® Core™ di quinta generazione disponibili in questo trimestre. Ulteriori commenti sulle innovazioni rese possibili dalla tecnologia Intel RealSense e dalle videocamere sono disponibili qui.

Per sottolineare l'evoluzione del computing nella terza dimensione, Krzanich ha dato il benvenuto a Dion Weisler, Executive Vice President del settore stampanti e sistemi personali di HP. Weisler ha parlato di come HP stia lavorando per rendere disponibile un ecosistema misto e ha annunciato che il processore Intel® Core™ i7 potenzierà l'imminente tecnologia HP Multi Jet Fusion, progettata per risolvere lacune critiche in termini di velocità, qualità e costo. Weisler ha dichiarato che le prestazioni aggiuntive e la scalabilità della tecnologia Intel sono essenziali per realizzare il pieno potenziale della stampa 3D.

 

Intelligenza pervasiva         

Krzanich ha evidenziato una serie di aree in cui l'ascesa dell'intelligenza del computing connesso sta contribuendo a ridefinire molti aspetti delle nostre vite quotidiane. Ha mostrato esempi pratici tratti dal mondo reale di robot e droni multirotore e ha osservato che le videocamere Intel RealSense sono in grado di fornire capacità anticollisione intuitive basate sulla visione per risolvere problemi complessi. Ad esempio, Ascending Technologies* intende impiegare videocamere Intel RealSense per sviluppare droni multirotore intelligenti e più sicuri, mentre iRobot* sta collaborando con Intel per esplorare questa tecnologia per le proprie piattaforme di robotica intelligente.

 

Informazioni su Intel

Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del computing, progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. In qualità di leader nell'ambito della responsabilità aziendale e della sostenibilità, Intel produce i primi microprocessori commercialmente disponibili al mondo che non impiegano minerali provenienti da zone di conflitto. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web newsroom.intel.com/community/it_it e blogs.intel.com; per informazioni sulle iniziative di Intel in merito all'utilizzo di materie prime non legate a conflitti consultate la pagina conflictfree.intel.com.

I nuovi processori Intel® Core™ di quinta generazione fanno parte della più recente famiglia di processori Intel a 14 nm in grado di offrire prestazioni di sistema e grafiche migliorate, esperienze utente più naturali e “coinvolgenti”, oltre a rendere possibile una maggiore durata della batteria rispetto alle precedenti generazioni. Il lancio della tecnologia Intel Core di quinta generazione comprende 14 nuovi processori pensati per i consumatori e il mondo delle aziende, tra cui 10 nuovi processori a 15 W con Grafica Intel® HD e 4 nuovi processori a 28 W con grafica Intel® Iris™. Questi processori sono stati realizzati appositamente per la nuova generazione di dispositivi per il computing, che rendono possibile un'esperienza d’uso più sottile, più leggera e maggiormente efficiente grazie a una gamma diversificata di formati, tra cui notebook tradizionali, dispositivi 2 in 1, Ultrabook, Chromebook, PC desktop all-in-one e mini PC. Con la disponibilità dei processori Intel Core di quinta generazione, la microarchitettura “Broadwell” rappresenta la più veloce transizione mobile nella storia dell'azienda, offrendo così ai consumatori una vasta scelta e disponibilità di dispositivi.

Intel ha inoltre iniziato a fornire ai produttori di dispositivi il proprio processore a 14 nm di nuova generazione per tablet, nome in codice “Cherry Trail”. Il nuovo System on a Chip (SoC) offre elaborazioni a 64 bit, grafica migliorata con grafica Intel® di ottava generazione LP, valori ottimali di prestazioni e durata della batteria per tablet mainstream. La piattaforma offre funzionalità modem di alta gamma con LTE-Advanced su Intel® XMM™ 726x, che supporta velocità Cat-6 e aggregazione dei carrier. I clienti introdurranno nuovi prodotti basati su questa piattaforma a partire dalla prima metà dell'anno.

I principali vantaggi della famiglia di processori Intel Core di quinta generazione e della nuova generazione di processori a 14 nm per tablet includono:

Potenti prestazioni. I processori Intel Core di quinta generazione (serie U) impiegano la nuova tecnologia di processo Intel a 14 nm per concedere ulteriori miglioramenti al successo già ottenuto dai processori Intel Core della precedente generazione, grazie al 35% di transistor in più in un die più piccolo del 37%. Il nuovo processo, in combinazione con le ottimizzazioni a livello di architettura, consente ai processori Intel Core di quinta generazione di erogare prestazioni grafiche fino al 24% migliori, conversione video fino al 50% più veloce e fino a 1,5 ore in più di durata della batteria1. I consumatori che intendono sostituire un PC di 4 o 5 anni fa noteranno notevoli progressi: prestazioni grafiche fino a 12 volte migliori, conversione video fino a 8 volte più veloce, prestazioni fino a 2,5 volte più veloci per la produttività e tempi di riavvio 9 volte più veloci, il tutto con una durata della batteria fino a 2 volte superioEfficienza energetica e durata della batteria ulteriormente prolungata. Intel continua a offrire miglioramenti sulla durata della batteria, e la nuova famiglia di processori punta ancora più in alto. Grazie alle ottimizzazioni a livello di gestione energetica e progettazione, congiuntamente alla maggiore efficienza derivante dal processo di produzione Intel a 14 nm, i consumatori ottengono fino a 1,5 ore in più di durata della batteria3 rispetto ai processori Intel Core (serie U) di quarta generazione. Ciò si traduce in più potenza e prestazioni senza sacrificare la durata della batteria

 

Guardare, giocare e creare con la grafica Intel. La famiglia di processori Intel Core di quinta generazione rende disponibile una nuova evoluzione di architettura grafica che consente nuovi livelli di prestazioni ed efficienza energetica. La nuova famiglia di processori offre diverse opzioni grafiche, tra cui Grafica Intel® HD 5500, Grafica HD 6000 e grafica Intel® Iris™ 6100. Tutte queste soluzioni offrono una grafica straordinaria e supporto per schermi 4K Ultra HD, anche tramite Intel WiDi 5.14. Ulteriori caratteristiche della piattaforma comprendono nuovo supporto ottimizzato di codifica/decodifica per VP8, VP9 e HEVC unitamente al supporto per le più recenti API di grafica (DX 11.2, DX 12 Ready) e caratteristiche di programmabilità grafica, tra cui OpenCL 2.0 e OpenGL 4.3.

Per giocare ai più recenti videogame mainstream, guardare video con definizione 4K Ultra HD o semplicemente condividere il proprio gameplay e le creazioni video con la famiglia, i driver grafici Intel HD e Iris offrono un'esperienza visiva sorprendente.

Internet delle cose. I processori Intel Core di quinta generazione sono inoltre destinati a potenziare il crescente settore dell'Internet delle cose (IoT), in particolar modo per i segmenti verticali come il retail, il manifatturiero e il settore medico. Grazie alla tecnologia di processo a 14 nm e all'architettura Intel, leader del settore, i processori di quinta generazione sono stati progettati per offrire grafica migliorata e prestazioni superiori con un “isolamento termico” minore, supportando la nuova generazione di soluzioni IoT e mantenendo al contempo la compatibilità con le precedenti generazioni. Le funzionalità migliorate e le caratteristiche di sicurezza rendono possibili soluzioni IoT end-to-end in grado di offrire vantaggi ai clienti e informazioni strategiche alle aziende.

Esperienze più naturali e coinvolgenti. Le prestazioni dei processori Intel Core di quinta generazione forniscono le fondamenta per offrire straordinarie esperienze utente sia oggi che in futuro. Combinati con la tecnologia 3D Intel® RealSense™, funzionalità che non richiedono cavi e password e assistenti vocali, i processori Intel Core di quinta generazione rendono possibili esperienze utente maggiormente naturali e coinvolgenti. La tecnologia 3D Intel RealSense dona ai dispositivi funzionalità come controllo gestuale, cattura ed editing 3D e funzioni foto e video innovative. Nell'ambito di un'esperienza utente "senza fili", Intel® Wireless Display (WiDi) v.5.1 e il docking wireless WiGig offrono agli utenti maggiore controllo sul modo di utilizzare i propri dispositivi consentendo loro di operare e condividere praticamente da ovunque, senza il disordine di cavi e fili. La tecnologia di assistenza vocale di Intel permette agli utenti di controllare il PC tramite browser e le app abilitate utilizzando comandi vocali, e include ora la tecnologia Wake on Voice5 per riavviare il PC semplicemente con la propria voce.

Il processore Intel Atom di nuova generazione a 14 nm per tablet, “Cherry Trail”, permetterà nuove esperienze utente come la tecnologia Intel RealSense, funzionalità che non richiede cavi e password e le capacità della tecnologia Intel® Context Aware™, portando innovazioni interessanti nel mondo dei tablet. Intel RealSense Snapshot fornisce funzionalità come il rilevamento della profondità per offrire agli utenti la capacità di modificare la messa a fuoco, prendere misure nelle foto e aggiungere effetti dinamici e di movimento alle loro immagini con il semplice tocco di un dito. Grazie alle funzionalità senza cavi, Cherry Trail consente ai tablet di trasmettere contenuti in modalità wireless su un grande schermo o un proiettore. Cherry Trail consentirà inoltre agli utenti di effettuare il login tramite il proprio volto, le proprie impronte digitali o un dispositivo affidabile da loro designato. Utilizzando un accelerometro, sensori di suoni e luci e informazioni dal cloud, la tecnologia Intel Context Aware è in grado di determinare il contesto o l'ambiente in cui si trova l'utente e fornire informazioni rilevanti in base alla propria posizione.

Linea di prodotti e disponibilità. La nuova famiglia di processori Intel Core di quinta generazione comprende i processori Intel® Core™ i3, Intel® Core™ i5, Intel® Core™ i5 vPro™, Intel® Core™ i7 e Intel® Core™ i7 vPro™. Sono inoltre disponibili nuovi processori Intel® Pentium® e Intel® Celeron®, anch'essi basati sul nuovo processo a 14 nm. La disponibilità dei sistemi basati su processori Intel Core di quinta generazione, offerti da una varietà di produttori, è prevista per gennaio. I sistemi basati sulla piattaforma “Cherry Trail” saranno disponibili nella prima metà del 2015. Per ulteriori informazioni, visitate il sito Web all'indirizzo www.intel.it.

Intel unifica e semplifica la connettività e la sicurezza

per l'Internet delle Cose


L'azienda annuncia una nuova piattaforma, nuovi prodotti e una rete ampliata di aziende destinati ad accelerare l'adozione e l'innovazione


PUNTI PRINCIPALI

  • La piattaforma Intel® IoT unifica gateway, connettività e componenti di sicurezza per semplificare l'implementazione dell'Internet delle cose.
  • Questa piattaforma è stata progettata per fornire fondamenta ripetibili per i dispositivi, con l'obiettivo di fornire dati affidabili al cloud.
  • Nuovi prodotti hardware e software integrati basati sulla piattaforma.
  • Intel annuncia nuove relazioni con Accenture*, Booz Allen Hamilton*, Capgemini*, Dell*, HCL*, NTT DATA*, SAP*, Tata Consultancy* e Wipro* per sviluppare ed implementare soluzioni basate sulla piattaforma Intel IoT.  

 

Assago (Milano), 9 dicembre 2014 – Intel ha oggi annunciato la piattaforma Intel® IoT, un modello di riferimento end-to-end progettato per unificare e semplificare la connettività e la sicurezza per l'Internet delle Cose (IoT). L'azienda ha inoltre introdotto prodotti hardware e software integrati basati sulla nuova piattaforma, rendendo note le nuove relazioni con un ampliato ecosistema di integratori di sistemi, riservate a far avanzare l'Internet delle Cose dalla sua fase iniziale a un’implementazione su larga scala.

  Le nuove proposte e il nuovo sistema di relazioni renderanno più semplice ai fornitori di soluzioni estendere l'Internet delle Cose da implementazioni di nicchia a installazioni mainstream, con elementi di base personalizzabili e replicabili per soluzioni senza limiti. L'accesso ai dati potrà essere sbloccato più rapidamente per estrarre informazioni decisive e valore per i consumatori e le aziende.

Ad esempio Rudin Management, una società immobiliare di New York City, che ha prodotto una soluzione software chiamata DiBoss, ha dimostrato di poter gestire

in maniera intelligente il consumo energetico dei propri edifici. In un anno - in un solo edificio - l'azienda ha potuto risparmiare più di 1 milione di dollari, ottenendo un risparmio di 50 centesimi per ogni 0,09 metri quadrati di superficie immobiliare che possiede e gestisce.  Con i gateway di Intel, Rudin Management potrà elevare il livello di “intelligenza” dei propri edifici, e distribuire la propria soluzione negli edifici con, e senza, Building Management Systems (BMS).

“L'effetto dell'IoT sul business della nostra azienda avrà un impatto decisivo”, ha commentato John Gilbert, COO di Rudin Management. “Siamo una società immobiliare che si cimentava con la tecnologia e oggi - grazie all'Internet delle Cose - siamo una società tecnologica che si cimenta con investimenti immobiliari”.

 

 

Approccio orizzontale all'IoT

La piattaforma Intel IoT consente di introdurre le innovazioni sul mercato più velocemente, riducendo la complessità delle soluzioni e consentendo di estrarre più rapidamente informazioni strategiche per prendere decisioni, tramite l'offerta di una base definita e riproducibile che regola il modo in cui i dispositivi si connettono e inviano dati sicuri nel cloud.

“Grazie a questa piattaforma abbiamo continuato a espandere la nostra famiglia di prodotti IoT oltre il silicio, con miglioramenti alle nostre soluzioni pre-integrate che rendono Internet delle Cose più accessibile ai fornitori di soluzioni”, ha affermato Doug Davis, Vice President e General Manager dell'Internet of Things Group di Intel. “Il mercato IoT è in rapida crescita, ma deve affrontare ostacoli relativi alla scalabilità. Semplificando il processo di sviluppo e facilitando l'implementazione di nuove soluzioni che rispondono alle esigenze del mercato, possiamo favorire l'accelerazione dell'innovazione”.

 

 

Espandere l'ecosistema IoT

L'Internet delle cose ha un enorme potenziale per creare valore economico e favorire il cambiamento sociale, ma nessuna azienda può farlo da sola. Per offrire soluzioni scalabili è necessario un solido ecosistema. In tal senso, Intel ha annunciato nuove soluzioni e relazioni per rafforzare l'ecosistema IoT. Accenture*, Booz Allen Hamilton*, Capgemini*, Dell*, HCL*, NTT DATA*, SAP*, Tata Consultancy*, Wipro* e altre società si uniscono a Intel per sviluppare e implementare soluzioni utilizzando gli elementi di base della piattaforma Intel IoT. Queste soluzioni contribuiranno a fornire una base replicabile per l'IoT e consentiranno di destinare l'impegno degli sviluppatori alla realizzazione di soluzioni in grado di risolvere le esigenze specifiche dei clienti.

“Accenture è impegnata ad aiutare i clienti a realizzare il valore aziendale dell'IoT il più rapidamente e facilmente possibile”, ha dichiarato Mike Sutcliff, Group Chief Executive di Accenture Digital. “Le nostre combinate capacità possono aiutarci a raggiungere questo obiettivo. Ciò ci permetterà inoltre di aiutare i clienti a superare alcuni dei maggiori ostacoli per l'adozione dell'Internet delle Cose, offrendo un modo più semplice e veloce per implementare soluzioni IoT end-to-end. Insieme, siamo in grado di consentire ai clienti di definire una strategia di chiaro valore per l'IoT. Sfruttando l'esperienza nel settore di Accenture e risorse digitali per integrare la piattaforma Intel IoT, siamo in grado di creare dei robusti framework end-to-end progettati per superare le sfide associate alla sicurezza, alla scalabilità e all'interoperabilità delle implementazioni IoT”.

 

 

Hardware e software integrati

  In questa ottica, Intel offre una roadmap di prodotti hardware e software integrati a supporto della piattaforma Intel IoT. Dai dispositivi periferici fino al cloud, la roadmap comprende software di gestione delle API e per la creazione di servizi, connettività e analisi edge-to-cloud, gateway intelligenti e una linea completa di processori IA scalabili. La sicurezza svolge un ruolo fondamentale nella roadmap, con prodotti di sicurezza dedicati e funzionalità integrate nei prodotti hardware e software.

Intel sta facendo evolvere e al contempo ottimizzare questa roadmap di prodotti in modo che funzioni senza problemi con gli elementi di base dell'ecosistema, per rispondere alle sfide dei provider di soluzioni nel momento in cui implementano la piattaforma IoT, includendo interoperabilità, sicurezza e connettività.

  I nuovi prodotti di Intel includono:

• Wind River Edge Management System fornisce connettività cloud per semplificare la configurazione dei dispositivi, i trasferimenti dei file, la cattura dei dati, l'analisi dei dati basata su regole e la risposta alle informazioni ottenute. Questo insieme di tecnologie pre-integrate consente ai clienti di realizzare rapidamente soluzioni IoT per specifici settori e integrare sistemi aziendali IT disparati, utilizzando la gestione delle API. Il middleware basato su cloud viene eseguito dai dispositivi integrati fino al cloud, per ridurre il time-to-market e i costi complessivi di gestione.

• Il gateway Intel® IoT più recente integra Wind River Edge Management System tramite un agente disponibile, in modo da realizzare rapidamente l'implementazione, il provisioning e la gestione dei gateway per tutto il ciclo di vita di un sistema e ridurre i costi e i tempi di immissione sul mercato. Inoltre, il gateway comprende miglioramenti prestazionali, il supporto per opzioni di memoria a costo ridotto e una più ampia scelta di opzioni di comunicazione. I gateway Intel IoT sono attualmente disponibili presso sette ODM, e ulteriori 13 rilasceranno sistemi a inizio 2015.

• McAfee, parte di Intel Security, ha annunciato Enhanced Security for Intel IoT Gateway a supporto della piattaforma Intel IoT. Questa soluzione pre validata aggiunge gestione avanzata della sicurezza ai dispositivi gateway.

• Intel Security ha inoltre reso noto che la propria tecnologia Enhanced Privacy Identity (EPID) verrà estesa ad altri fornitori di silicio. EPID offre caratteristiche di anonimizzazione, oltre a integrità rafforzata tramite software, ed è inclusa negli standard ISO e TCG. La tecnologia EPID consente ad altri dispositivi di connettersi in maniera sicura alla piattaforma Intel IoT.

• La soluzione Intel API and Traffic Management utilizza soluzioni Intel Mashery per consentire la creazione di elementi di base che facilitano lo sviluppo di nuove applicazioni software. I clienti della piattaforma Intel IoT hanno oggi accesso agli strumenti di gestione API Intel Mashery per realizzare API per dati che possono venire condivise internamente, esternamente tramite partner o monetizzate come servizi di dati per i clienti per generare profitti.

 

Informazioni su Intel

Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del computing, progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. In qualità di leader nell'ambito della responsabilità aziendale e della sostenibilità, Intel produce i primi microprocessori commercialmente disponibili al mondo che non impiegano minerali provenienti da zone di conflitto. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web newsroom.intel.com/community/it_it e blogs.intel.com; per informazioni sulle iniziative di Intel in merito all'utilizzo di materie prime non legate a conflitti consultate la pagina conflictfree.intel.com.

Un nuovo sistema creato da Intel offre al professor Stephen Hawking

la capacità di comunicare meglio con il mondo


Intel fornisce ai ricercatori accesso libero alla nuova piattaforma per aiutare

3 milioni di persone affette da malattie del motoneurone e tetraplegia

PUNTI PRINCIPALI

  • La sostituzione del sistema di comunicazione del professor Hawking, che ha ormai alcuni decenni, gli consente di comunicare meglio e di affrontare con maggiore facilità le sue attività quotidiane, consentendogli di continuare ad essere indipendente
  • Entro gennaio 2015, Intel fornirà una soluzione personalizzabile a ricercatori ed esperti di tecnologia
  • La piattaforma di comunicazione avanzata creata da Intel può essere adattata per i 3 milioni di persone affette da malattie del motoneurone e tetraplegia

 

 

LONDRA, 3 dicembre 2014 - Oggi Intel ha dimostrato per la prima volta con il professor Stephen Hawking una nuova piattaforma di comunicazione creata da Intel per sostituire il sistema esistente di Hawking, che aveva ormai alcuni decenni, migliorando notevolmente la sua capacità di comunicare con il mondo. La piattaforma personalizzabile sarà disponibile per le comunità di ricerca in ambito tecnologico entro gennaio del prossimo anno.

Studiando i bisogni critici di Hawking e il rapporto molto particolare tra quest'uomo straordinario e la sua macchina, Intel ha sviluppato una soluzione su misura - denominata ACAT (Assistive Context Aware Toolkit) - che rende possibile un livello di comunicazione ottimizzato tra Hawking e il resto del mondo. Questa soluzione ha il potenziale per diventare la colonna portante di un sistema all'avanguardia e personalizzabile che può essere utilizzato da altri ricercatori ed esperti di tecnologia a beneficio di coloro che soffrono di malattie del motoneurone (MMN) e tetraplegia.

Hawking è affetto da MMN correlata a sclerosi laterale amiotrofica (SLA), una condizione progredita nel corso degli anni. È quasi interamente paralizzato e comunica tramite la tecnologia.

"La medicina non è stata in grado di curarmi, quindi mi sono affidato alla tecnologia per aiutarmi a comunicare e a vivere", ha affermato Hawking. "Intel mi supporta da quasi 20 anni, consentendomi di fare ciò che amo ogni giorno. Lo sviluppo di questo sistema racchiude il potenziale per migliorare le vite di persone diversamente abili in tutto il mondo ed è all'avanguardia in termini di interazione umana e capacità di superare i limiti di comunicazione che si frapponevano in passato".

 

Maggiore velocità, accuratezza e facilità d'uso

Un team multidisciplinare di ricercatori degli Intel Labs ha lavorato per tre anni con Hawking per sostituire il suo attuale sistema di comunicazione con una tecnologia più attuale. Hawking è stato determinante nel processo di progettazione, fornendo un feedback continuo per aiutare Intel a migliorare il sistema ad ogni sua nuova iterazione.

"Il professor Hawking utilizza esclusivamente la tecnologia per padroneggiare la comunicazione con il mondo da decenni, ma il suo vecchio sistema potrebbe essere paragonato al tentativo di utilizzare le app e siti Web attuali con un computer senza tastiera o mouse", ha commentato Wen-Hann Wang, Vice President di Intel e Managing Director degli Intel Labs. "Insieme abbiamo realizzato una migliore esperienza di comunicazione con approccio olistico, che contribuisce alla sua continua indipendenza e può aiutare ad aprire le porte a una maggiore autonomia per altre persone".

In maniera analoga alle varie parti di un motore che interagiscono in maniera fluida per far funzionare una macchina, l'interfaccia utente del software creato da Intel consente alle tecnologie nuove ed esistenti di funzionare in maniera efficiente l'una con l'altra. Il risultato è che la velocità di digitazione di Hawking è due volte più rapida, con un miglioramento secondo un fattore anche di 10 volte in attività abituali e maggiore facilità, accuratezza e velocità in operazioni come: consultazione, editing, navigazione sul Web, gestione di e mail e documenti, apertura di un nuovo documento, salvataggio, modifica e passaggio tra le varie attività.

Il sensore esistente sulla sua guancia viene rilevato da un interruttore a infrarossi montato sui suoi occhiali e lo aiuta a selezionare un carattere sul computer. L'integrazione del software dell'azienda inglese di tecnologia linguistica SwiftKey* ha notevolmente migliorato la capacità del sistema di apprendere da Hawking per prevedere i suoi prossimi caratteri e parole, in modo che debba digitare meno del 20 per cento dei caratteri.

Queste informazioni vengono inviate al suo sintetizzatore vocale esistente, consentendogli di comunicare con il prossimo attraverso il suo notebook Lenovo* basato su Microsoft Windows*. Ad esempio, per effettuare una ricerca sul Web, Hawking doveva in precedenza eseguire procedure complicate, come uscire dalla finestra di comunicazione, muovere il mouse per avviare il browser, spostare di nuovo il mouse sulla barra di ricerca e infine digitare il testo da cercare. Il nuovo sistema consente di automatizzare tutti questi passaggi, offrendo un processo fluido e veloce.

 

Software open e personalizzabile

Tetraplegia e MMN colpiscono oltre 3 milioni di persone in tutto il mondo. La MMN colpisce le attività muscolari volontarie, come parlare, camminare, deglutire e il movimento generale del corpo. Forma progressiva per sua natura, provoca l'aumento della disabilità e infine la morte.

Lama Nachman di Intel Labs ha raggiunto Hawking sul palco a Londra per illustrare come la loro collaborazione può fungere da ispirazione per la comunità della ricerca. "La tecnologia per i diversamente abili è spesso un terreno di prova per la tecnologia del futuro", ha dichiarato Nachman. "Dalle comunicazioni alla ricerca genetica, la tecnologia sta iniziando ad aprire le porte a possibilità che un tempo si potevano solo immaginare".

Il nuovo toolkit creato da Intel può essere personalizzato e modificato per soddisfare utenti diversi; costituisce infatti una moderna interfaccia software per i ricercatori e gli esperti di tecnologia, affinché possano creare soluzioni personalizzate abilitate per comandi touch, tramite battiti delle palpebre, movimenti delle sopracciglia o altre modalità di input utilizzate dagli utenti per comunicare.

Intel e Hawking prevedono che le comunità di ricerca in ambito tecnologico – come quelle che si occupano di sensori, previsione di testi, riconoscimento del contesto e progettazione di interfacce utente – possano partire da questa piattaforma libera e accessibile per immettere sul mercato nuove soluzioni ulteriormente potenziate.

 

Informazioni su Intel

Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del computing, progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. In qualità di leader nell'ambito della responsabilità aziendale e della sostenibilità, Intel produce i primi microprocessori commercialmente disponibili al mondo che non impiegano minerali provenienti da zone di conflitto. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web newsroom.intel.com/community/it_it e blogs.intel.com; per informazioni sulle iniziative di Intel in merito all'utilizzo di materie prime non legate a conflitti consultate la pagina conflictfree.intel.com.

 

– 30 –

Luxottica Group e Intel Corporation annunciano una collaborazione pluriennale sul fronte della tecnologia Wearable

 

THE NEW YORK TIMES LUXURY CONFERENCE, Miami, 3 dicembre 2014 -‐ Luxottica Group S.p.A. (MTA: LUX; NYSE: LUX) e Intel Corporation (NASDAQ: INTC) hanno annunciato oggi l’avvio di una collaborazione pluriennale di Ricerca e Sviluppo finalizzata a coniugare la cosiddetta tecnologia intelligente con prodotti quali occhiali di fascia alta, di lusso e sportivi.

Questa alleanza strategica amplierà i confini della ricerca e sviluppo, anticipando i risultati che la tecnologia intelligente apporterà nel futuro al settore degli occhiali, con l’obiettivo finale di supportare la progettazione di prodotti di tendenza, smart e al tempo stesso funzionali e appetibili per i consumatori. Il primo prodotto frutto della collaborazione tra Luxottica e Intel verrà lanciato nel corso del 2015.

“Lo sviluppo delle tecnologie indossabili sta catalizzando l’interesse di chi investe in innovazione”, ha dichiarato Brian Krzanich, CEO di Intel. "La collaborazione con Luxottica Group unirà i nostri ecosistemi, combinando le tecnologie all’avanguardia, hardware e software di Intel, con il design innovativo e la conoscenza del consumatore propri di Luxottica. Questo connubio di competenze guiderà un’innovazione ancora più rapida, andando oltre il limite del possibile".

"Questo accordo rappresenta un'incredibile opportunità per continuare a innovare e definire ulteriormente il futuro dell'eyewear," ha affermato Massimo Vian, CEO di Luxottica Group. “Insieme a Intel esploreremo le potenzialità delle tecnologie indossabili, spingendoci oltre a quelli che a oggi sono i confini tradizionali dell’occhiale. Guideremo questo nuovo segmento con lo sviluppo di montature intelligenti e funzionali, oltre che belle. Prodotti che i consumatori ameranno indossare."

 

Informazioni su Intel

Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del computing, progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. In qualità di leader nell'ambito della responsabilità aziendale e della sostenibilità, Intel produce i primi microprocessori commercialmente disponibili al mondo che non impiegano minerali provenienti da zone di conflitto. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web  newsroom.intel.com/community/it_it  e  blogs.intel.com;  per  informazioni sulle iniziative di Intel in merito all'utilizzo di materie prime non legate a conflitti consultate la pagina conflictfree.intel.com.

 

Informazioni su Luxottica Group

Luxottica Group (MTA: LUX; NYSE: LUX) è leader nel settore degli occhiali di fascia alta, di lusso e sportivi, con oltre 7.000 negozi operanti sia nel segmento vista che sole in Nord America, Asia-‐Pacifico, Cina, Sudafrica, America Latina ed Europa e un portafoglio marchi forte e ben bilanciato. Tra i marchi di proprietà figurano Ray-‐Ban, il marchio di occhiali da sole più conosciuto al mondo, Oakley, Vogue Eyewear, Persol, Oliver Peoples, Alain Mikli e Arnette mentre i marchi in licenza includono Giorgio Armani, Bulgari, Burberry, Chanel, Coach, Dolce & Gabbana, Donna Karan, Polo Ralph Lauren, Prada, Michael Kors, Starck Eyes, Tiffany e Versace. Oltre a un network wholesale globale che tocca 130 Paesi, il Gruppo  gestisce  nei  mercati principali alcune catene leader nel retail tra le quali LensCrafters, Pearle Vision e ILORI in Nord America, OPSM e Laubman & Pank in Asia-‐Pacifico, LensCrafters in Cina, GMO in America Latina e Sunglass Hut in tutto il mondo. I prodotti del Gruppo sono progettati e realizzati in sei impianti produttivi in Italia, in tre, interamente controllati, nella Repubblica Popolare Cinese, in uno in Brasile e in uno negli  Stati  Uniti, dedicato alla produzione di occhiali sportivi. Nel 2013, Luxottica Group ha registrato vendite nette pari a oltre 7,3 miliardi di Euro. Ulteriori informazioni sul Gruppo sono disponibili su http://www.luxottica.com.

Intel divulga i dettagli per i futuri elementi di base dell’HPC, mentre l’Intel® Xeon Phi raccoglie grande interesse dal mercato.

L'azienda rivela il processore Intel Xeon Phi di prossima generazione e nuovi dettagli relativi a prestazioni e architettura della tecnologia
di interconnessione Intel® Omni-Path Fabric

SUPERCOMPUTING CONFERENCE (SC14), New Orleans, 17 novembre 2014 – Intel Corporation ha annunciato oggi numerose nuove tecnologie che consolidano la leadership dell'azienda nel settore dell'High Performance Computing (HPC). Gli annunci includono la futura generazione di processori Intel® Xeon Phi, nome in codice Knights Hill e i dettagli relativi ad architettura e prestazioni dell’Intel® Omni-Path, una nuova tecnologia di interconnessione ad alta velocità ottimizzata per implementazioni di HPC. 

            Intel ha inoltre introdotto nuove versioni di software e annunciato i proprio impegno volto a rendere più facile - per la comunità HPC - sfruttare appieno il potenziale dell'hardware attuale e futuro di Intel, standard del settore.

            Tutto questo contribuirà a risolvere la duplice sfida di scalabilità estrema e utilizzo mainstream dell'HPC, fornendo le fondamenta per un percorso accessibile verso il computing di tipo exascale.

 

Informazioni principali

  • Intel ha rivelato che la futura famiglia di prodotti Intel Xeon Phi di terza generazione, nome in codice Knights Hill, sarà realizzata utilizzando la tecnologia di processo Intel a 10 nm e integrerà la tecnologia Intel Omni-Path Fabric. Knights Hill seguirà l'imminente prodotto Knights Landing, con i primi sistemi commerciali basati su quest’ultimo attesi sul mercato all'inizio del prossimo anno.


  • Gli investimenti del settore nei processori Intel Xeon Phi continuano a crescere, con più di 50 fornitori che offriranno sistemi realizzati con la nuova versione del processore Knights Landing e molti altri che utilizzano la versione del coprocessore basata su scheda PCIe. Ad oggi, le offerte confermate dei clienti che impiegano processori Knights Landing rappresentano oltre 100 PFLOPS di sistemi di calcolo.

 

  • Recenti accordi di alto profilo basati su Knights Landing includono il supercomputer Trinity, nato da uno sforzo congiunto tra Los Alamos e Sandia National Laboratories, il supercomputer Cori, annunciato dal National Energy Research Scientific Computing (NERSC) Center dell'U.S. Department of Energy (DOE). Inoltre, DownUnder GeoSolutions, una società di geoscienze, ha recentemente annunciato la più grande implementazione commerciale di coprocessori Intel Xeon Phi di attuale generazione, mentre il National Supercomputing Center IT4Innovations ha annunciato un nuovo supercomputer che sarà il più grande cluster basato su coprocessori Intel Xeon Phi in Europa.

 

  •    Intel ha reso noto che l'architettura Intel Omni-Path100 Gbps di velocità di linea e fino al 56% in meno di latenza switch fabric in cluster medio-grandi rispetto alle alternative InfiniBand.1 L'architettura utilizzerà un chip switch a 48 porte per offrire una maggiore densità di porte e scalabilità del sistema rispetto alle attuali alternative InfiniBand a 36 porte. Si prevede che la disponibilità di fino al 33% di nodi in più per chip switch riduca il numero di switch necessari, semplificando la progettazione dei sistemi e riducendo a tutti i livelli i costi di infrastruttura. I vantaggi previsti a livello di scalabilità dei sistemi includono:
    • Densità di porte fino a 1,3 volte maggiore rispetto a InfiniBand, rendendo possibili cluster più piccoli per massimizzare gli investimenti nei singoli switch.2
    • La possibilità di utilizzare fino al 50% di switch in meno rispetto a un cluster paragonabile basato su InfiniBand di grandezza medio-grande. 3
    • Scalabilità fino a 2,3 volte superiore in una configurazione fabric a due livelli impiegando lo stesso numero di switch dei cluster InfiniBand, consentendo scalabilità più conveniente per sistemi basati su cluster di grandi dimensioni.4 

 

  • Intel ha lanciato il programma Intel Fabric Builders per creare un ecosistema che collabori per rendere possibili soluzioni basate sull'architettura Intel Omni-Path. È stato anche annunciato un ampliamento degli Intel Parallel Computing Center, portando il totale ad oltre 40 centri dislocati in 13 Paesi, che si occupano di modernizzare oltre 70 dei più diffusi codici HPC delle comunità.

 

   

Continua il successo nei TOP500 supercomputer

            Secondo la 44a edizione della classifica TOP500 annunciata oggi, i sistemi basati su Intel rappresentano l'86% di tutti i supercomputer e il 97% di tutte le new entry. A soli due anni dall'introduzione della prima generazione della famiglia di prodotti Intel Xeon Phi, questi sistemi many-core basati su coprocessori rappresentano il 17% delle prestazioni aggregate di tutti i supercomputer TOP500. L'elenco completo è disponibile all'indirizzo www.top500.org.

 

Testimonianze di supporto

  • "Intel è entusiasta del forte interesse del mercato e degli investimenti dei clienti nello sviluppo di sistemi HPC basati sugli attuali e futuri processori Intel Xeon Phi e sulla tecnologia di fabric ad alta velocità", ha dichiarato Charles Wuischpard, Vice President del Data Center Group e General Manager di Workstation e HPC in Intel. "L'integrazione di questi fondamentali elementi di base HPC, in combinazione con un modello di programmazione basato su standard aperti, è destinata a massimizzare le prestazioni dei sistemi HPC, ampliare l'accessibilità e l'utilizzo e favorire lo sviluppo exascale".

 

  • "La combinazione dei coprocessori Intel Xeon Phi con il nostro software proprietario ci permette di fornire ai nostri clienti uno dei più potenti sistemi di geo-elaborazione in produzione finora disponibile", ha affermato Matt Lamont, Managing Director di DownUnder GeoSolutions. "Le nostre soluzioni basate su Intel Xeon Phi consentono elaborazione interattiva e imaging da ciascuno dei singoli computer dei nostri geofisici. Un ciclo di testing che un tempo richiedeva settimane può ora essere completato in giorni. Siamo entusiasti dei coprocessori Intel Xeon Phi e non vediamo l'ora di provare il prodotto di prossima generazione".

 

Risorse di supporto

 

 

Informazioni su Intel

Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del computing, progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. In qualità di leader nell'ambito della responsabilità aziendale e della sostenibilità, Intel produce i primi microprocessori commercialmente disponibili al mondo che non impiegano minerali provenienti da zone di conflitto. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web newsroom.intel.com/community/it_it e blogs.intel.com; per informazioni sulle iniziative di Intel in merito all'utilizzo di materie prime non legate a conflitti consultate la pagina conflictfree.intel.com.

L’italiana Neuron Guard sul podio della Intel Global Challenge

 

 

La start up modenese tra i vincitori del prestigioso contest per giovani iniziative imprenditoriali a Berkeley che assegna premi per 100mila dollari.   

 

 

PUNTI PRINCIPALI

  • La start up italiana Neuron Guard ha vinto uno dei primi premi della Intel Global Challenge e 15.000 dollari grazie ad una soluzione integrata in loco per il trattamento del danno cerebrale acuto
  • Lab4U del Cile ha vinto il gran premio nell'edizione 2014 della competizione ricevendo un premio di 50.000 dollari dalla Intel Foundation, con una promettente tecnologia che consente di utilizzare un telefono cellulare come uno strumento scientifico grazie a sensori integrati e una piattaforma Web di crowd-learning per condividere i risultati di laboratorio.
  • Gli altri due team che si sono piazzati ai primi posti sono stati Karisma Kidz dal Regno Unito, che ha creato un’app per sviluppare l'intelligenza emotiva nei bambini attraverso la gamification, e Servtech da Taiwan, che ha inventato un'infrastruttura tecnologica per sfruttare i big data dell'industria manifatturiera.
  • Nella rosa finale delle migliori otto start up del concorso internazionale, anche una seconda italiana, Buzzoole, basata a Napoli, che opera nel campo del cosiddetto “buzz marketing” e nei social media

 

 

Assago (Milano), 7 novembre 2014 – L’Italia brilla ancora alla Intel Global Challenge di Berkeley, concorso mondiale per lo sviluppo di business plan giunto quest’anno alla decima edizione, che incoraggia gli studenti con capacità imprenditoriali ad affrontare alcune delle sfide più pressanti del mondo attraverso la tecnologia informatica.

La modenese Neuron Guard è salita infatti sul podio dei migliori progetti imprenditoriali a livello internazionale, portando a casa un premio di 15.000 dollari grazie ad una soluzione integrata in loco per il trattamento del danno cerebrale acuto e per prevenire perdite irreversibili di funzionalità in seguito a ictus, morte cardiaca improvvisa o trauma cranico.

  A vincere il gran premio dell’edizione 2014 della Intel Global Challenge, che ogni anno apre le porte ai partecipanti dei grandi venture capitalist e investitori della Silicon Valley, è stato invece il progetto Lab4U, creato da un team di studenti imprenditori del Cile con il supporto di un centro di ricerca sul cancro locale. Lab4U ha sviluppato una tecnologia che utilizza un telefono cellulare come strumento scientifico per "democratizzare" le attrezzature di laboratorio. Attraverso sensori mobili integrati e una piattaforma Web di crowd-learning, gli utenti possono preparare, analizzare e condividere i risultati di laboratorio tramite cellulare. Il team, che ha tratto ispirazione per la creazione di questa tecnologia dalla mancanza di strumenti di laboratorio presso la propria università, intende cambiare il modo in cui la scienza viene insegnata e il modo in cui vengono eseguiti gli esperimenti.  

“In Intel, riteniamo che sia importante offrire ai giovani innovatori di oggi le opportunità e le risorse per stimolare il loro interesse per l'imprenditorialità”, ha dichiarato Staci Palmer, Direttore del settore Global Strategic Initiatives and Marketing nell'ambito del Corporate Affairs Group di Intel. “Attraverso programmi come la Intel Global Challenge, gli studenti di tutto il mondo, come il team Lab4U, sono in grado di perseguire la loro passione per creare nuove tecnologie che abbiano un impatto positivo sulle vite delle persone”.

Intel Foundation ha assegnato un totale di 100.000 dollari in premi in denaro, tra cui il gran premio di 50.000 dollari al team cileno e tre premi di 15.000 dollari per le squadre che, come l’italiana Neuron Guard, hanno ottenuto il primo posto nelle seguenti categorie: Internet, mobile computing e software; Informatica per l'innovazione sociale; Internet delle cose e hardware. È stato inoltre assegnato un premio di 5.000 dollari per i social media.

Gli altri due progetti vincitori dei primi premi sono stati Karisma Kidz, dal Regno Unito, che ha creato un'applicazione mobile chiamata “Moodville”, una soluzione di gioco per bambini per sviluppare la loro intelligenza emotiva attraverso l'identificazione e la gestione dell'umore; e poi Servtech, da Taiwan, che ha inventato un'infrastruttura tecnologica per sfruttare le tecnologie dell'informazione e della comunicazione nell'industria manifatturiera. Grazie alla tecnologia di Servtech, le fabbriche possono utilizzare i big data per avere accesso alle condizioni dei macchinari e rilevare anomalie nelle apparecchiature. Plaze, dal Libano, è stata infine premiata per l'approccio innovativo ai social media durante la Intel Global Challenge.

Alle selezione di Berkeley, infine, e nella rosa finale delle migliori otto start up del concorso internazionale, è arrivata quest’anno anche una seconda iniziativa italiana, Buzzoole, basata a Napoli, che opera nel campo del marketing digitale, o meglio, del cosiddetto “buzz marketing” attraverso i social media, con una piattaforma innovativa basata su un algoritmo proprietario.

Il concorso, che si è svolto presso la Haas School of Business dell'Università della California di Berkeley, ha visto la partecipazione di 26 team da 20 Paesi di tutto il mondo. Le squadre finaliste sono state selezionate tra più di 60 Paesi e 9 concorsi locali. Fondata nel 2005, la Intel Global Challenge è stata ideata per motivare i giovani imprenditori a sviluppare tecnologie innovative in grado di risolvere le sfide del mondo reale, sviluppare modelli di business attuabili e trasferire la tecnologia dai laboratori universitari al mercato.

Nell'ultimo decennio, Intel ha investito oltre 1 miliardo di dollari, mentre i dipendenti Intel hanno donato quasi 4 milioni di ore di lavoro per migliorare la didattica in più di 70 Paesi. Per le ultime notizie su Intel nel settore dell'istruzione, visitate il sito Web all'indirizzo www.intel.com/newsroom/education, iscrivetevi alla pagina di Facebook all'indirizzo www.facebook.com/Intel e seguite gli aggiornamenti su Twitter all'indirizzo twitter.com/intelinvolved.

 

 

Informazioni su Intel

 

Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del computing, progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. In qualità di leader nell'ambito della responsabilità aziendale e della sostenibilità, Intel produce i primi microprocessori commercialmente disponibili al mondo che non impiegano minerali provenienti da zone di conflitto. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web newsroom.intel.com/community/it_it e blogs.intel.com; per informazioni sulle iniziative di Intel in merito all'utilizzo di materie prime non legate a conflitti consultate la pagina conflictfree.intel.com.

 

– 30 –

Intel e il logo Intel sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi. 

*Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

Intel ottiene un fatturato trimestrale record di 14,6 miliardi di dollari

Punti principali:

  • Fatturato del terzo trimestre pari a 14,6 miliardi di dollari, +1,1 miliardi di dollari o +8% rispetto all'anno precedente
  • Forniture trimestrali record di prodotti per PC, server, tablet, cellulari e per l'Internet delle cose: è la prima volta che Intel ha fornito più di 100   milioni di microprocessori in un trimestre
  • Risultato operativo di 4,5 miliardi di dollari, +30% rispetto all'anno precedente
  • Completato il riacquisto di 4,2 miliardi di dollari di azioni

 

Assago (Milano), 15 ottobre 2014 -- Intel Corporation ha reso noto il fatturato del terzo trimestre, pari a 14,6 miliardi di dollari, con un risultato operativo di 4,5 miliardi di dollari, utili netti di 3,3 miliardi di dollari e utili per azione di 0,66 dollari. Intel ha generato circa 5,7 miliardi di dollari in liquidità dalle proprie operazioni, ha pagato dividendi per un valore di 1,1 miliardi di dollari e ha impiegato 4,2 miliardi di dollari per riacquistare 122 milioni delle proprie azioni.

"Siamo soddisfatti dei progressi realizzati dalla nostra azienda", ha dichiarato Brian Krzanich, CEO di Intel. "Abbiamo ottenuto il nostro miglior fatturato e solidi profitti nel terzo trimestre. Continueremo ad impegnarci al massimo, ma i risultati raggiunti ci danno la certezza che stiamo mettendo in pratica con successo la strategia di estendere i nostri prodotti ad una vasta gamma di nuovi ed interessanti mercati".

“L’innovazione che Intel sta portando nell’ICT si traduce nella crescita dei volumi per il comparto PC e tablet, soprattutto per quel che riguarda i mercati maturi tra cui l’Italia. Nel nostro Paese, in particolare, l’introduzione di nuove tecnologie in ambito consumer – come il nuovo processore Intel Core M che sarà disponibile su nuovi dispositivi 2 in 1 per le festività natalizie portando significativi benefici in termini di prestazioni – rappresenta una tappa decisiva nel processo di trasformazione del mobile computing”, ha commentato Maurizio Riva, Direttore Clienti Multinazionali di Intel EMEA. “Anche il comparto aziendale in Italia sta registrando un andamento favorevole in diversi segmenti tra cui il cloud computing e l’High Performance Computing. Proprio a questo riguardo è di particolare rilievo il progetto realizzato dalla società italiana e-GEOS, leader internazionale nel settore delle informazioni geospaziali e di osservazione della Terra, che grazie all’adozione dei nuovi processori Intel Xeon E5 ha potuto ridurre fino a dieci volte il tempo di elaborazione dei dati satellitari ed essere così in prima linea nel monitoraggio ambientale e nel supporto alla gestione di catastrofi naturali”.

Andamenti delle principali unità aziendali in Q3:

  • Fatturato del PC Client Group di 9,2 miliardi di dollari, +6% rispetto al trimestre precedente e +9% rispetto all’anno precedente.
  • Fatturato del Data Center Group di 3,7 miliardi di dollari, +5% rispetto al trimestre precedente e +16% rispetto all’anno precedente.      
  • Fatturato dell'Internet of Things Group di 530 milioni di dollari, -2% rispetto al trimestre precedente e +14% rispetto all’anno precedente.
  • Fatturato del Mobile and Communications Group di 1 milione di dollari, conforme alle aspettative.
  • Fatturato dei segmenti operativi Software e servizi di 558 milioni di dollari, +2% rispetto al trimestre precedente e +2% rispetto all’anno                 precedente.

Confronti finanziari

Trimestrali

 

Q3 2014

Q2 2014

Rispetto a Q2 2014

Fatturato

14,6 miliardi di $

13,8 miliardi di $

+5%

Margine lordo

65%

64,5%

+0,5 punti

R&D e MG&A

4,8 miliardi di $

4,9 miliardi di $

-2%

Risultato operativo

4,5 miliardi di $

3,8 miliardi di $

+18%

Oneri fiscali

27,1%

28,7%

-1,6 punti

Utile netto

3,3 miliardi di $

2,8 miliardi di $

+19%

Utili per azione

66 centesimi

55 centesimi

+20%

Confronti finanziari

Rispetto all'anno precedente

 

Q3 2014

Q3 2013

Rispetto a Q3 2013

Fatturato

14,6 miliardi di $

13,5 miliardi di $

+8%

Margine lordo

65%

62,4%

+2,6 punti

R&D e MG&A

4,8 miliardi di $

4,7 miliardi di $

+2%

Risultato operativo

4,5 miliardi di $

3,5 miliardi di $

+30%

Oneri fiscali

27,1%

24,8%

+2,3 punti

Utile netto

3,3 miliardi di $

3 miliardi di $

+12%

Utili per azione

66 centesimi

58 centesimi

+14%

Previsioni finanziarie

            Le previsioni finanziarie Intel non tengono conto del potenziale impatto di eventuali alleanze aziendali, acquisizioni di asset, disinvestimenti, investimenti strategici e altre transazioni significative che potrebbero essere completati dopo il 14 ottobre.

Q4 2014

•        Fatturato: 14,7 miliardi di dollari, più o meno 500 milioni di dollari.

•        Margine lordo percentuale: 64%, più o meno un paio di punti percentuali.

•        Spese R&D più MG&A: circa 4,9 miliardi di dollari.

•        Oneri di ristrutturazione: circa 45 milioni di dollari.

•        Ammortamento delle variabili non quantificabili legate alle acquisizioni: circa 65 milioni di dollari.

•        Impatto di investimenti e interessi e proventi diversi: circa 175 milioni di guadagno netto.

•        Ammortamenti: circa 1,9 miliardi di dollari

•        Oneri fiscali: circa 28%.

•        Investimenti di capitale per l'intero anno: 11 miliardi di dollari, più o meno 500 milioni di dollari.

Per ulteriori informazioni sui risultati e sul Business Outlook di Intel, consultate il commento del CFO all'indirizzo: www.intc.com/results.cfm.

Stato delle considerazioni di mercato

            Il Business Outlook di Intel viene pubblicato su intc.com e le considerazioni in esso contenute potrebbero essere ribadite in occasione di incontri pubblici o privati con investitori e altri soggetti. Il Business Outlook risulterà valido fino alla chiusura della giornata lavorativa del 12 dicembre, a meno che non venga aggiornato prima di tale data; fatta eccezione per le previsioni relative ad ammortamento delle variabili non quantificabili legate alle acquisizioni, impatto di investimenti e interessi e proventi diversi, oneri di ristrutturazione e oneri fiscali, che saranno valide solo fino alla fine della giornata lavorativa del 21 ottobre. Intel attraverserà un “Quiet Period” a partire dalla fine della giornata lavorativa del 12 dicembre e fino alla diffusione dei risultati finanziari dell’azienda per il quarto trimestre, prevista per il 15 gennaio. Durante il Quiet Period, tutte le considerazioni di mercato e altre previsioni future rese note nei comunicati stampa e nei documenti dell’azienda depositati presso la SEC dovranno essere considerate superate, poiché si riferivano esclusivamente alla situazione precedente il Quiet Period, e non verranno aggiornate dalla società.

Fattori di rischio

            Le affermazioni contenute nel presente documento, che si riferiscono a progetti e aspettative per il quarto trimestre, l’intero anno e il futuro, sono previsioni della società e, in quanto tali, sono soggette a cambiamenti dovuti a diversi fattori di rischio e incertezze. Termini come "prevede", "si aspetta", "intende", "pianifica", "ritiene", "cerca", "stima", "potrebbe", "vorrebbe", "dovrebbe" e le possibili variazioni indicano affermazioni sul futuro. Anche le affermazioni che si riferiscono a o sono basate su proiezioni, eventi incerti o presupposti identificano affermazioni sul futuro. Molteplici aspetti potrebbero avere impatto sui risultati effettivi di Intel, ed eventuali scostamenti rispetto alle aspettative attuali di Intel in merito a tali variabili potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano in modo considerevole da quanto espresso in queste previsioni. Intel ritiene attualmente che i seguenti elementi rappresentino i fattori di rischio determinanti che potrebbero comportare una differenza sostanziale tra i risultati effettivi e le previsioni della società.

  • La domanda di prodotti di Intel è altamente variabile. Tra le variabili che potrebbero influenzare la domanda rispetto alle previsioni Intel ricordiamo cambiamenti nelle condizioni di mercato ed economiche, la fiducia o i livelli di reddito dei consumatori, l’accettazione da parte dei clienti dei prodotti Intel e di quelli della concorrenza, pressioni della concorrenza e dei prezzi, incluse azioni intraprese dai concorrenti, limitazioni nella fornitura e altre interruzioni che potrebbero avere effetto sui clienti, cambiamenti nell’andamento degli ordinativi dei clienti, compresi eventuali annullamenti di ordini, cambiamenti nei livelli di inventario dei clienti.
  • Il margine lordo percentuale di Intel potrà variare in modo significativo dalle aspettative in base a sfruttamento della capacità produttiva, variazioni nella valutazione dell’inventario, comprese variazioni legate alla tempistica dei prodotti qualificati per la vendita, variazioni nei livelli di fatturato, mix dei segmenti di prodotti, tempi legati all’esecuzione della rampa produttiva nonché costi associati, eccesso o obsolescenza dell’inventario, variazioni nei costi unitari, difetti o interruzioni nella fornitura di materiali o risorse e qualità/resa della produzione. Le variazioni nel margine lordo possono essere causate anche dai tempi di introduzione dei prodotti Intel e dalle relative spese, comprese le spese di marketing, e dalla capacità di Intel di rispondere rapidamente agli sviluppi tecnologici e di introdurre nuovi prodotti o incorporare nuove funzionalità nei prodotti esistenti, che possono comportare oneri di ristrutturazione e perdite di valore delle risorse.
  • Intel opera in settori altamente competitivi e le sue attività sono caratterizzate da costi elevati fissi oppure difficili da ridurre nel breve periodo.
  • L'importo, le tempistiche e l'attuazione del programma di riacquisto di azioni di Intel potrebbero venire influenzati da cambiamenti delle priorità di Intel per quanto riguarda l'impiego di liquidi, come ad esempio spese operative, investimenti di capitale, acquisizioni e mutamenti dei flussi di cassa di Intel e delle legislazioni fiscali.
  • Le aspettative relative agli oneri fiscali sono basate sulla normativa fiscale in vigore e sul reddito attualmente previsto. Gli oneri fiscali possono essere influenzati dalle giurisdizioni in cui i profitti vengono realizzati e tassati, da variazioni nelle stime di crediti, benefici e deduzioni, dalla risoluzione di dispute derivanti da verifiche fiscali con diversi enti fiscali, compresi pagamenti di interessi e multe, nonché dalla capacità di ottenere imposte differite.
  • Guadagni o perdite derivanti da investimenti azionari, interessi o altro possono variare rispetto alle aspettative in base alla realizzazione dei profitti o alle perdite derivanti da vendita, scambio, variazioni nel valore equo o perdite derivanti da titoli di debito o investimenti azionari, tassi di interesse, rimanenze di cassa e variazioni nel valore equo di strumenti derivati.
  • I risultati Intel potrebbero venire influenzati da condizioni economiche, sociali, politiche e fisiche/infrastrutturali avverse che dovessero verificarsi nei Paesi in cui operano Intel, i suoi clienti o fornitori, tra cui conflitti militari e altri rischi legati alla sicurezza, calamità naturali, interruzioni a livello di infrastrutture, problemi sanitari e fluttuazioni nei tassi di cambio delle valute estere.
  • I risultati Intel potrebbero essere influenzati dalle tempistiche delle chiusure di acquisizioni, disinvestimenti e altre transazioni significative.
  • I risultati Intel possono inoltre venire influenzati dall’impatto negativo derivante da prodotti difettosi o contenenti errata (valori diversi da quelli indicati dalle specifiche) e da dispute legali o regolamentazioni riguardanti proprietà intellettuale, rapporti con investitori e consumatori, antitrust, divulgazione e altro. Decisioni sfavorevoli potrebbero comportare danni economici oppure un’ingiunzione potrebbe impedire a Intel di produrre o vendere uno o più prodotti, precludendo specifiche attività aziendali e impattando la capacità di Intel di progettare i propri prodotti, e potrebbe richiedere altre risoluzioni come la concessione in licenza obbligatoria di proprietà intellettuale.

Questi fattori, nonché altri elementi che potrebbero influenzare i risultati effettivi di Intel, vengono presi in esame più nel dettaglio nell’ambito dei documenti SEC (Securities & Exchange Commission) della società, inclusi i report dei Form 10-K e 10-Q più recenti.

Webcast sui risultati finanziari

            Un webcast pubblico ha avuto luogo alle 2 p.m. PDT del 14 ottobre sul sito Web Intel Investor Relations all’indirizzo www.intc.com. Il replay del webcast e il download dell’audio in formato MP3 sono disponibili sul sito.

            Intel prevede di diffondere i risultati finanziari del quarto trimestre del 2014 il 15 gennaio 2015. Seguirà un commento di Stacy J. Smith, CFO ed Executive Vice President di Intel, che sarà disponibile all’indirizzo www.intc.com/results.cfm. Un webcast pubblico della conferenza stampa dei risultati finanziari Intel sarà disponibile dalle 2 p.m. PDT sul sito www.intc.com.

Informazioni su Intel

            Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell'innovazione del computing, progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. In qualità di leader nell'ambito della responsabilità aziendale e della sostenibilità, Intel produce i primi microprocessori commercialmente disponibili al mondo che non impiegano minerali provenienti da zone di conflitto. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web newsroom.intel.com/community/it_it e blogs.intel.com; per informazioni sulle iniziative di Intel in merito all'utilizzo di materie prime non legate a conflitti consultate la pagina conflictfree.intel.com.

Intel, il logo Intel e Intel Core sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.

* Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

Filter News Archive

By author: By date:
By tag: